ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Oscar: record di nomination "di colore"


cinema

Oscar: record di nomination "di colore"

È un’edizione degli Oscar già da record quest’anno con le 14 nomination di “La La Land”, che eguaglia “Eva contro Eva” e “Titanic” nella storia degli Academy Award.

Ma un altro primato è quello delle nomination di sei attori di colore e tre film di argomentI riguardantI la comunità afro-americana. Otto, fra cui miglior film e miglior regista, sono per “Moonlight”, storia della vita di un ballerino nero omosessuale.

Quattro, tra cui miglior film e miglior attore per Denzel Washington, vanno a “Barriere”, su una ex promessa del baseball che lavora come netturbino negli anni Cinquanta.

Tre nomination per “Il diritto di contare”, storia di tre donne afro-americane che lavorano alla Nasa: miglior film, migliore sceneggiatura non originale e migliore attrice non protagonista per Octavia Spencer.

Gil Robertson, presidente dell’Associazione dei critici cinematografici afro americani, mette i puntini sulle “i”: “È sicuramente un buon segno per la comunità afro-americana che diversi attori e creativi neri siano riconosciuti, ma rimangono ancora fuori i membri della comunità asiatica, a eccezione di Dev Patel, i latinoamericani, i musulmani, e molte donne non ottengono i riconoscimenti o le opportunità che dovrebbero avere quando si trovano dietro la camera, in posizioni tecniche, come la regia o il montaggio. C‘è ancora del lavoro da fare”.

Nominati anche due documentari su argomenti riguardanti la comunità afro-americana: “O.J. Made in America”, su O.J. Simpson, la sua carriera, il processo in cui fu accusato dell’assassinio della ex moglie, fino alla condanna a 33 anni per rapina a mano armata e sequestro di persona; e “I am not your Negro”, basato sul manoscritto incompiuto in cui lo scrittore James Baldwin esplora la storia delle relazioni interrazziali negli Stati Uniti.

Ma per Robertson i film nominati hanno anche un forte contenuto a livello di storie di tutti i giorni: “Vediamo più storie che mostrano davvero la vita interiore della gente comune. Ad esempio in ‘Il diritto di contare’ vediamo fondamentalmente delle donne alla ricerca di un’opportunità di dimostrare che cosa sanno fare. Questo è molto universale. In ‘Moonlight’ vediamo un giovane alle prese non solo con le sue limitate opportunità a causa del reddito e delle condizioni economiche della sua famiglia, ma anche con la sua sessualità. E naturalmente anche questo è qualcosa di universale”.

È la prima volta nella storia degli Oscar che la comunità afro americana ottiene un numero così alto di nomination: il 26 febbraio c‘è da aspettarsi quindi un record anche per il numero di statuette che andranno a vincitori di colore.

La nostra scelta

Prossimo Articolo
Al Sundance Film Festival "Beatriz at Dinner" e "Lady Macbeth"

cinema

Al Sundance Film Festival "Beatriz at Dinner" e "Lady Macbeth"