ULTIM'ORA

Lettura in corso:

La moda uomo "trasgressiva" sfila a Parigi


Cult

La moda uomo "trasgressiva" sfila a Parigi

In partnership con

Il vento di un gelido gennaio soffia sulla nuova collezione autunno-inverno di Kenzo, presentata alla Paris Fashion Week dedicata all’universo menswear.

Tema della sfilata: l’arctic surfing, con capi in cui sono fusi stili maschili e femminili per ambientazioni al limite della sopravvivenza.

Rick Owens al Palais de Tokyo ha fatto sfilare i suoi modelli avvolti in piumini che li fanno somigliare a elaborati palloncini. È la collezione che Owens ha chiamato “Glitter” ispirandosi all’anticonformismo e alla liberazione sessuale degli anni Settanta. Lo stile sopra le righe è consapevole, ha spiegato lo stilista. “Glitter” richiama il clima di trasgressione di quel decennio, utilizzando una magniloquenza insolente, quasi un artificio grottesco che punta a sfidare le paure di un’epoca segnata dall’oppressione.

Moda underground ma per tasche capienti. Demna Gvasalia, il direttore creativo della francese Balenciaga, è abituato a contrasti e contraddizioni. E alla Fashion Week mette in scena il classico impegato d’ufficio, ma si vede subito che c‘è qualcosa che stona, che in ufficio non avrebbe forse diritto di cittadinanza. A volte un qualcosa di impercettibile, come i loghi quasi invisibili che richiamano la campagna elettorale di Bernie Sanders, altre volte elementi di disturbo più evidenti, come giacche oversize o voluminose scarpe da ginnastica sotto un classico completo giacca e cravatta. Modelli spesso a torso nudo, a diretto contatto con pelle e denim, e colori neutri, oscillanti fra marrone, grigio e blu.

La nostra scelta

Prossimo Articolo

Cult

Berlino Fashion Week punta sull'outdoor per il prossimo inverno