ULTIM'ORA

La Catalogna rivolge all'Ue la sua richiesta di indipendenza dalla Spagna

Il governo della Catalogna intende indire un referendum entro la fine del 2017 sull’indipendenza della regione dalla Spagna, nonostante il governo di Madrid e la Corte Costituzionale abbiano dichiarat

Lettura in corso:

La Catalogna rivolge all'Ue la sua richiesta di indipendenza dalla Spagna

Dimensioni di testo Aa Aa

Il governo della Catalogna intende indire un referendum entro la fine del 2017 sull’indipendenza della regione dalla Spagna, nonostante il governo di Madrid e la Corte Costituzionale abbiano dichiarato illegale ogni spinta secessionista. Questo è il messaggio che il presidente catalano ha fatto presente agli eurodeputati martedi in un intervento al Parlamento europeo.
Intervistato da euronews, Carles Puigdemont ha chiarito la sua posizione.

Carles Puigdemont, presidente della regione Catalogna:
“Il mio obiettivo oggi, in occasione di questa visita a Bruxelles, non è quello di essere ricevuto dai rappresentanti delle istituzioni europee. Verrà il momento in cui chiederò un colloquio e mi aspetto, naturalmente, come è accaduto con gli altri leader delle regioni europee, di essere ricevuto dalle più alte autorità e parlare liberamente e apertamente della Catalogna.

Sergio Cantone, euronews:
Non crede che la parola referendum, la parola separazione oggi in Europa faccia paura ad ad altri paesi, oltre che ovviamente alle istituzioni europee?

Carles Puigdemont, presidente della regione Catalogna:
Vorrei far notare che la prima volta che la parola referendum è stata associata a qualcosa in contrasto con i governi è stata quando i cittadini si sono espressi in modo contrario agli interessi degli stati.

Sergio Cantone, euronews:
Sarebbe disposto a trovare una nuova forma, in una nuova cornice costituzionale spagnola riformata, di coesistenza della Catalogna con il resto della Spagna?

Carles Puigdemont, presidente della regione Catalogna:
Quando abbiamo cambiato lo statuto di autonomia della Catalogna l’abbiamo fatto nel quadro costituzionale. Il compromesso per rimanere in Spagna quello di avere un rapporto migliore di quello che abbiamo oggi. Ma sempre, in tutti questi casi la risposta della Spagna è stata la stessa: no. Ha sempre detto no. Se pero afferma che è disposta a parlare allora siamo disposti ad ascoltare. Non voglio fare una dichiarazione di indipendenza, voglio fare una dichiarazione di inter dipendenza, perché bisogna accettare il fatto che nel 21 esimo secolo le relazioni tra gli stati devono basarsi sulla cooperazione.