ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Lotta all'inquinamento, a Parigi la circolazione è...'differenziata'


Francia

Lotta all'inquinamento, a Parigi la circolazione è...'differenziata'

Bocciate le targhe alterne, Parigi sperimenta gli adesivi. Dal questo lunedì, la capitale francese ‘differenzia’ il parco auto cittadino e rende obbligatorio un pass chiamato “Crit’Air”, una sorta di bollino di qualità, per i veicoli meno inquinanti.

La multa in caso di violazione è di 22 euro, ma le autorità comunali non emetteranno verbali, nella prima fase, per dare la possibilità ai parigini di prendere confidenza con il nuovo sistema.

E se la vostra auto è immatricolata all’estero, siete esentati.

“Non sapevo di questo nuovo dispositivo – confessa un’automobilista parigina – L’ho appena scoperto e ho saputo che bisogna comprare un adesivo. In ogni caso, oggi ho il permesso di circolare con la mia auto”.

A regime, i veicoli immatricolati prima del 1997 e quelli con l’etichetta numero 5 non potranno più entrare nella regione parigina. In altre città, come a Lione, resta il sistema delle targhe alterne.

“Il sistema di targhe alterne pari e dispari non tiene conto della capacità inquinante dei veicoli – spiega Charlotte Songeur, ingegnere della società pubblica Airparif – In questo modo individuiamo i veicoli più inquinanti e abbiamo una maggiore possibilità di ridurre l’inquinamento”.

La rivoluzione verde di Parigi non si ferma alle auto: in contemporanea sono iniziati i test del primo autobus senza conducente. Sono mini bus elettrici, formati da due veicoli collegati tra di loro in grado di trasportare 10 persone. Il mezzo procede in una corsia protetta e collega due stazioni ferroviarie.

Leggi il dispositivo del Comune di Parigi

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Regno Unito

In GB un fallito test missilistico rimette in discussione il programma Trident