ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Macron, cartolina da Berlino. Germania tappa obbligata per un candidato all'Eliseo


Francia

Macron, cartolina da Berlino. Germania tappa obbligata per un candidato all'Eliseo

Per un politico francese in lizza per le presidenziali la visita a Berlino è un passaggio obbligato. E così ha fatto anche Emmanuel Macron , ex ministro socialista, ora candidato indipendente all’Eliseo. Macron si è recato al mercato che fu teatro dell’attentato prima di Natale. E ricordando il camion che anche a Nizza piombò sulla folla, Emmanuel Macron ha detto:

La Francia e la Germania hanno il destino storico di condurre insieme questa battaglia contro il terrorismo, perché sono state colpite nello stesso modo. La Germania è molto più colpita della Francia dalla questione dei migranti, dobbiamo mettere in campo la solidarietà franco-tedesca, in uno spirito di responsabilità.

Fillon, l’ottimismo è solo preventivo

Macron ha battuto sul tempo il candidato dei Repubblicani François Fillon , che andrà in Germania il 23 gennaio. Dopo la vittoria alle primarie, Fillon ora sembra in posizione meno brillante, soprattutto rispetto al fenomeno Macron e non è più così certo il pronostico che vredrebbe il suo nome sulla scheda del ballottaggio del 7 maggio accando a quello di Marine Lepen . La leader del Front National comincia appena adesso la propria campagna elettorale, forte del fatto che i temi dell’estrema destra, e dunque i suoi temi, sono ormai al centro del dibattito politico francese.

Lepen è salda in sella al Front National senza aver avuto bisogno di passare dalla casella primarie. La stessa cosa non si può dire dei socialisti . Che terranno il loro voto fra il 22 e il 29 gennaio.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Montagne russe da incubo: bloccati in cima per due ore