ULTIM'ORA

L’europeista liberale Guy Verhofstadt e l’euroscettico anti Ttip Beppe Grillo alleati a Bruxelles. La base del Movimento cinque stelle ha votato a favore del passaggio degli eurodeputati pentastellati dal gruppo Efdd all’Alde.

Una decisione, quella di Grillo, che non sembra giunta a caso all’indomani della candidatura dell’ex primo ministro belga alla presidenza del Parlamento europeo. I giochi non sono ancora fatti: i liberali si riuniscono questo pomeriggio per decidere se approvare l’alleanza.

Ma se così fosse, i 17 eurodeputati del MoVimento permetterebbero ai liberal-democratici di diventare il terzo gruppo dell’assemblea, dietro popolari e socialdemocratici. E in rete circola già un testo di accordo, datato 4 gennaio, fra 5stelle e Alde.

Con il divorzio, Grillo metterebbe nei guai il partito dell’ex alleato Nigel Farage: secondo la stampa britannica, lo Ukip rischierebbe di perdere quasi 2 milioni di euro in contributi europei.