ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Costa D'Avorio, spari al tavolo delle trattative tra Ministero della difesa e esercito.


Costa d'Avorio

Costa D'Avorio, spari al tavolo delle trattative tra Ministero della difesa e esercito.

Sembrava essere giunta ad una svolta la vicenda che vede coinvolti da due giorni i militari della Costa D’Avorio che hanno dato vita ad una rivolta chiedendo aumenti salariali ed un sistema di promozioni piu’ rapido. Ma mentre il ministro della difesa Alain-Richard Donwah era a Bouake, nel nord del paese, per trattare un accordo con i rappresentanti dell’esercito, alcuni militari della frangia piu’ estremista dei rivoltosi avrebbero fatto irruzione sparando dei colpi in aria prendendo in ostaggio i presenti. Accordo apparentemente saltato mentre ad annunciarlo era stato poco prima il presidente ivoriano Alassane Ouattara rientrato in patria anzitempo.

Parlando alla stampa, Outtara, aveva dichiarato di voler prendere in considerazione con decorrenza immediata, le richieste dei soldati in materia di premi, condizioni di vita e di lavoro. I militari, che nel frattempo hanno preso il controllo di buona parte del Paese, chiedono l’assegnazione di bonus di 7600 euro, una abitazione e la regolarizzazione delle carriere interne.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Portogallo

Soares: Il ritratto del padre della democrazia portoghese