ULTIM'ORA

Lettura in corso:

La Serbia chiede alla Francia l'estradizione di Haradinaj


Francia

La Serbia chiede alla Francia l'estradizione di Haradinaj

La Serbia ha chiesto alla Francia di agire da Stato di diritto approvando l’estradizione dell’ex premier kosovaro Ramush Haradinaj fermato mercoledì a Parigi in virtù di un mandato di arresto internazionale. A Belgrado vogliono processarlo per i presunti crimini di guerra compiuti nel corso del conflitto in Kosovo.

Il premier serbo Aleksandar Vucic ha così commentato:

È ovvio che chiediamo l’estradizione. Abbiamo così tanto contro di lui, dai fatti di Glodjane a quelli del lago Radonjic, nessuno ha il diritto di sottovalutare il lavoro di una procura indipendente.

Opposta la versione di Pristina, il presidente del Kosovo Hashim Thaçi , anche lui ex miliziano dell’ Uck (lo chiamavano il Serpente) , anche lui con problemi pregressi con la giustizia, dice:

Questo arresto è inaccettabile e completamente ingiustificato. L’Esercito di liberazione del Kosovo ha condotto una guerra per la libertà e l’indipendenza del Kosovo, ha combattuto contro gli atti di genocidio dell’ex leader serbo Slobodan Milosevic.

Il politico kosovaro è stato già assolto all’Aja nel 2008, ma il procuratore Carla Del Ponte denunciò il clima di paura intorno al processo e la difficoltà da parte del tribunale, di trovare testimoni disposti a parlare. Secondo le cronache dell’epoca, una decina di testimoni a carico morirono in circostanze misteriose.

Tra le decine di reati contestati ad Haradinaj:

- l’uccisione di 60 civili – di etnia serba ma anche albanese – di questi, 40 vennero ritrovati mutilati in fondo al lago di Radonjic. Il lago si trova nei pressi dell’ex quartier generale di Haradinaj.

- la strage a un banchetto di matrimonio rom. La sposa venne stuprata prima da Haradinaj e in seguito dai suoi uomini. Allo sposo sarebbero state strappate le unghie. Le altre persone presenti sarebbero state prima costrette a mangiare le orecchie tagliate degli altri invitati, poi sodomizzate e infine tutte uccise.

- 6 adolescenti morti per l’esplosione di un bar a Peć.

- il rapimento di quattro oppositori.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Spagna, 'Los Reyes' sotto stretta sorveglianza anti-terrorismo