ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Massacro a Istanbul: chi erano le vittime dell'attentato?


mondo

Massacro a Istanbul: chi erano le vittime dell'attentato?

La polizia in Turchia ha scatenato una enorme caccia all’uomo per trovare il responsabile del massacro a Istanbul. Gli indizi portano a un uomo che farebbe parte della minoranza uiguri in Cina e che avrebbe 28 anni. La donna dell’uomo, di cui esiste un video, starebbe venendo interrogata dagli inquirenti.

Fra le 700 e le 800 persone erano alla discoteca Reina per festeggiare il capodanno quando uno o più uomini sono penetrati all’interno e hanno cominciato a sparare ad altezza d’uomo.

Due teri dei presenti erano stranieri. Fra le vittime una franco-libanese, due sauditi, libanesi e indiani.

Non esiste ancora una lista ufficiale delle vittime, ma usando i social media e alcuni rapporti dei consolati, Euronews è stata in grado di compilare la seguente lista.

h3>Chi sono le vittime e da dove vengono

Domenica il consolato generale libanese di Istanbul ha confermato la morte di tre dei suoi cittadini: Rita Shami, Elias Wardini e Haikal Mussalem.

Rita Shami

Suo cugino, Ziad Chami, ha postato un piccolo omaggio a Shami sui social media. Questo l’account della ragazza

Elias Wardini e Haikal Mussalem

Wardini e Mussalem giocavano a pallacanestro in Libano.

Fra le notizie che li riguardano questi sono alcuni omaggi.

Mussalem si è appena sposato ed era un personal trainer. Sua moglie, Mireille Khoury, sembra sia sopravvissuta.

h3>Arabia Saudita

Shahad Samman

Secondo Al Arabiya in inglese Samman si era appena laureata in legge.

È morta nel club mentre aspettava la famiglia. In uno dei suoi ultimi post ha dedicato ai suoi contatti un buon anno.

“Presto ci sarà un nuovo inizio e un nuovo capitolo”, ha scritto.

h3>Turkey

*Hatice Karcilar *

Karcilar era una guardia giurata a Istanbul. Aveva una figlia di tre anni.

Non è chiaro se stesse lavorando per la sicurezza del locale la sera dell’attacco.

Kenan Kutluk

Kutluk era un cameriere chelavorava al Reina la notte dell’attacco.

Il club era noto per essere luogo di ritrovo del bel mondo, dei calciatori e di membri dello star system.

Kutluk era un tifoso de Galatasaray football club. Aveva ostati sulla sua pagina Facebook, la foto dell’incontro con il calciatore spagnolo Diego Costa e la star turco-tedesca özil.

Fatih Çakmak

Çakmak too was a security guard.

La notte del massacro stava lavorando.

Il Reina night club ha postato la sua foto assieme a quelle di Karcilar, Kutluk e Yunus Görmek.

Burak Yildiz

Yildiz era un ufficiale di polizia di 22 anni .

I suoi colleghi gli hanno reso omaggio su Facebook.

h3>India

Abis Rizvi

Rivzi era un produttore cinematografico indiano, proprietario di una compagnia chiamata Rivzi Group of Companies.

Il suo funerale si terrà mercoledì alle 15h00 a Mazgaon, vicino Mumbai.

“RIP Abis. Pls. Preghiamo per la sua anima”, si legge su di un messaggio sui social media.

Sushma Swaraj, ministro degli esteri indiano, ne ha confermato la morte.

h3>Israel

Leanne Nasser

Nasser, 18, israeliana di Tira.

Il Jerusalem Post scrive Nasser era una giovane donna, timida, che stava cominciando una carriera come igienista dentale.

Suo padre Zahar aveva cercato di impedirle di andare a Istanbul per celebrare il capodanno.

“Lo sentivo”, ha detto Zahar al The Jerusalem Post . “Le aveva detto di non andare, ma lei… testona come lo sono i giovani. Le ho detto che era pericoloso vista la situazione attuale.”

h3>Altre vittime identificate

Alaa Al-Muhandia: 29 anni. Canadese, aveva due figlie e veniva da Milton, Ontario

Mehmet Kerim Akyil: 23 anni. Turco che aveva viaggiato dal Belgio a Istanbul per le vacanze di fine anno.

Bulent Sirvan Osman: 38 anni, di Erbil in Iraq, aveva due figli ed era a Istanbul per affari.

Abdullah Ahmed Abbolos: 32 anni. Un palestinese che viveva Arabia Saudita.

Khushi Shah: 27 anni. Un fashion designer di Vadodara, una città nello stato indiano del Gujarat. Era ad Istanbul per una sessione fotografica secondo The Indian Express .Sui social media scriveva: “E se Dio vi chiedesse dopo che siete morti…’Allora, com’era il paradiso?”

Ayhan Arik: 47 anni. Turco. Un agente di viaggio con due figli.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Video: antichissima piramide scoperta in Perù