ULTIM'ORA

Attentato di Istanbul: un libanese racconta, salvo per aver finto di essere morto

Fra i sopravvissuti dell’attacco di Istanbul un cittadino libanese racconta come sia riuscito a salvarsi fingendosi morto.

Lettura in corso:

Attentato di Istanbul: un libanese racconta, salvo per aver finto di essere morto

Dimensioni di testo Aa Aa

Fra i sopravvissuti dell’attacco di Istanbul un cittadino libanese racconta come sia riuscito a salvarsi fingendosi morto. Francois al-Asmar è rimasto ferito a una spalla.

“Ha sparato un sol colpo, per cui abbiamo pensato, io ho pensato che fosse una persona arrabbiata o ubriaca a sparare con la propria arma. Ma pochi secondo dopo, abbiamo sentito mitragliare. Ci siamo sdraiati sul pavimento al primo colpo. Io ero nascosto dietro un tavolo, a terra, ma la mia spalla era allo scoperto. Sparava contro di noi, verso il suolo, non in aria, ma contro il pavimento dove giacevamo. Se mi fossi disteso a terra con tutto il mio corpo, sarei stato colpito dappertutto. Ero seduto, sono stato colpito direttamente, non è durato molto. Quando sono stato colpito mi sono disteso fingendo di essere morto, così ha smesso di sparare contro di me”.