ULTIM'ORA

Lettura in corso:

2017: nuove avventure nello spazio


Sci-tech

2017: nuove avventure nello spazio

In partnership con

Cosa riserva il 2017 per l’esplorazione spaziale?
Nel corso dei prossimi dodici mesi l’Agenzia Spaziale Europa lancia il telescopio spaziale CHEOPS (Characterising Exoplanet Satellite) che avrà il compito di fare osservazioni precise delle stelle attorno alle quali è già nota la presenza di pianeti.

Obiettivo scientifico è studiare la struttura di pianeti extrasolari con raggi che vanno da 1 a 6 volte quelli della Terra e con masse fino a 20 volte quella del nostro Pianeta.

La passeggiata nello spazio di Thomas Pesquet.
L’astronauta francese dell’ESA ha il compito di uscire dalla Stazione Spaziale Internazionale il 13 gennaio per installare nuove batterie. La missione potrebbe durare anche piu’ di 7 ore. Pesquet è l’undicesimo astronauta europeo ad uscire per una missione extraveicolare. Il suo rientro sulla Terra è previsto in maggio.

Intanto il suo collega italiano Paolo Nespoli a 60 anni tornerà a bordo della Stazione Spaziale Internazionale dove resterà per circa 5 mesi.
La sua missione sarà la terza di lunga durata assegnata all’Agenzia Spaziale Italiana in base a un accordo con la “NASA”: http://www.meteoweb.eu/2017/01/spazio-nel-2017-paolo-nespoli-torna-in-orbita-e-la-cina-punta-alla-luna/819991/#XAQwwowOS2Vy725v.99

Gran Finale per la sonda Cassini della Nasa in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Europea che dopo 12 anni di missione nel sistema Saturno il 15 settembre 2017 si tufferà come una meteora nell’atmosfera del pianeta dagli anelli e scomparirà.

La NASA nel 2017 lancia la missione TESS, un satellite che osserverà e studierà nuovi esopianeti. La sua sigla signifca Transiting Exoplanet Survey Satellite ed è una soluzione a basso costo con un ampio potenziale scientifico.

TESS sarà guidato da un team del Massachusetts Institute Of Technology di Cambridge e userà una serie di telescopi per effettuare scansioni di tutto il cielo, cercando pianeti in transito di fronte alle loro stelle.

Anche un’altra missione NASA, quella della sonda Juno compirà un gran salto inoltrandosi nella sua atmosfera. Le analisi sulla composizione del pianeta dipendono dallo straordinario equipaggiamento di Juno fatto da ben 10 strumenti scientifici.

Nel 2017 Boeing inizierà la gara col concorrente SpaceX. L’azienda aeronautica sta lavorando allo Starliner CST-100, che deve poter assicurare i voli destinati alla Stazione Spaziale Internazionale. Il primo volo di prova senza equipaggio è previsto nel dicembre 2017.

Intanto SpaceX sta anche lavorando per aggiudicarsi il trasporto degli astronauti NASA con Dragon V2, una capsula spaziale che può trasportare fino a sette astronauti. Il suo primo lancio di prova è previsto a maggio.

La Cina sbarcherà ancora sulla Luna con una nuova missione nel 2017. La sonda avrà il compito di raccogliere dei campioni di suolo e rocce lunari.

La nostra scelta

Prossimo Articolo

Sci-tech

La plastica 'gentile' che viene dal biobutandiolo