ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq: Mosul ancora infestata da jihadisti. La liberazione è lontana

Iraq: Mosul avrebbe dovuto essere liberata entro la fine dell'anno, ma Daesh resiste. Secondo i lealisti ci vorranno ancora tre mesi per bonificarla

Lettura in corso:

Iraq: Mosul ancora infestata da jihadisti. La liberazione è lontana

Dimensioni di testo Aa Aa

In Iraq queste famiglie sono fuggite da Mosul, teatro di violenti combattimenti fral’esercito regolare e militanti dello stato Islamico. La città è ancora parzialmente controllata dai jihadisti di Daesh.

Secondo l’Onu almeno 115 000 persone hanno lasciato la località dall’inizio dell’offensiva lealista, due mesi fa.

“Siamo scappati dal nostro quartiere perché c’erano continui tiri di mortai”, dice questa donna, che mantiene il volto coperto anche per motivi di sicurezza. “I jihadisti non hanno pietà. Per noi e i nostri bambini era una situazione insostenibile”.

I civili che sono riusciti a scappare sono in campi come questo, qui siamo a Qayyarah, qualche decina di chilometri a sud di Mosul.

Il premier iracheno aveva promesso che per la fine dell’anno gli uomini in nero sarebbero stati scacciati dalla città. Adesso le autorità irachene dicono invece che ci vorranno ancora, probabilmente, tre mesi per strappare definivamente questo territorio allo stato islamico.