This content is not available in your region

Hacker russi contro Hillary Clinton: Obama è deciso a rispondere

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Hacker russi contro Hillary Clinton: Obama è deciso a rispondere

<p>Prima di lasciare la Casa bianca, <strong>Barack Obama</strong> si è detto deciso a occuparsi delle presunte interferenze degli hacker russi sulle elezioni presidenziali statunitensi. Il presidente americano ne ha parlato al telefono con l’omologo di Mosca <strong>Vladimir Putin</strong> . </p> <p>Poi, in un’intervista rilasciata a una radio, <strong>Barack Obama</strong> ha spiegato la sua posizione:</p> <p><em>È necessario per noi agire – e lo faremo – nei modi e nei tempi che riterremo opportuni. Potremo in parte rendere pubblici i nostri interventi e in parte no. Ma Vladimir Putin consce bene la mia opinione, perché ne abbiamo parlato.</em></p> <p>Secondo la <strong>Cia</strong> , sarebbero stati degli hacker russi a piratare le mail dello staff elettorale della candidata democratica <strong>Hillary Clinton</strong>. La diffusione di notizie riservate avrebbe orientato il voto su <strong>Donald Trump</strong> , il cavallo su cui puntava il Cremlino e che poi ha definito ‘ridicoli’ i risultati dell’indagine. </p> <p>Il rapporto della Cia è stato criticato anche da altre agenzie governative statunitensi che si occupano di sicurezza.</p>