ULTIM'ORA

Non c'è tregua per Aleppo: ribelli siriani confinati in 2,5 km quadrati

La Mezzaluna Rossa turca accusa le milizie sciite appoggiate dall'Iran di trattenere circa mille civili

Lettura in corso:

Non c'è tregua per Aleppo: ribelli siriani confinati in 2,5 km quadrati

Dimensioni di testo Aa Aa

Si stringe la morsa di Bashar al Assad intorno ai ribelli di Aleppo. Lo spazio rimasto ai miliziani si è ridotto a 2,5 chilometri quadrati e l’esercito siriano ha preso il controllo anche del quartiere Sukkari.

I bombardamenti sono ripresi – in un reciproco scambio di accuse – nonostante l’intesa tra Russia, Turchia e Siria per garantire a civili e combattenti di lasciare la città assediata.

Potrebbe, invece, essere avviata a questo giovedì l’evacuazione, sospesa in queste ore, dei ribelli e delle loro famiglie dai quartieri orientali di Aleppo. Lo sostiene ‘Orient TV’, canale vicino all’opposizione siriana.

E mentre si cerca di salvare l’accordo per l’evacuazione dalla città, la Mezzaluna Rossa turca accusa le milizie sciite appoggiate dall’Iran di trattenere circa mille civili che tentavano di lasciare Aleppo Est.