This content is not available in your region

Parigi-Ginevra: fermenti diplomatici sulla crisi siriana

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Parigi-Ginevra: fermenti diplomatici sulla crisi siriana

<p>A Parigi si sono riuniti i rappresentanti dei 10 paesi occidentali e arabi che si oppongono al governo siriano. In giornata, a Ginvera, è prevista anche una riunione più tecnica, fra emissari russi e statunitensi, riguardo alla crisi di Aleppo est. Al termine dell’incontro nella capitale francese, l’ospite, il ministro degli esteri <strong>Jean-Marc Ayrault</strong> ha detto: </p> <p><em>La battaglia di Aleppo non ha come obiettivo la sconfitta del terrorismo, ma dell’opposizione politica. Lo scopo è quello di usare la violenza per puntellare un dittatore disprezzato, liquidando l’opposizione.</em></p> <p>Il capo diplomazia tedesco <strong>Frank Walter Steinmeier</strong> ha aggiunto: </p> <p><em>Non abbiamo abbandonato Aleppo, non ci diamo per vinti. Faremo tutto il possibile per trovare soluzioni.</em> </p> <p>Il segretario di stato americano <strong>John Kerry</strong> : </p> <p><em>La Russia e Assad si trovano in questo momento in posizione dominante. Hanno la possibilità di mostrare un po’ di compassione e rispetto. A volte in diplomazia mostrare un po’ compassione ha grandi effetti.</em> </p> <p>Anche l’Assemblea generale dell’Onu si è espressa con una risoluzione che però è solo simbolica, ha chiesto una cessazione completa di ogni assedio e di tutti gli attacchi contro i civili in Siria.</p>