ULTIM'ORA

La Festa delle Luci fa bene ai conti: in 3 giorni il 30% del volume d'affari di Lione

Formato ridotto per il terzo evento festivo non religioso più grande al mondo.

Lettura in corso:

La Festa delle Luci fa bene ai conti: in 3 giorni il 30% del volume d'affari di Lione

Dimensioni di testo Aa Aa

Formato ridotto per il terzo evento festivo non religioso più grande al mondo. A Lione ritorna la Festa delle Luci, dopo la cancellazione della 17esima edizione e il tessuto commerciale della città cerca di riprendersi dalla catastrofe economica, sognando di ritornare ai record di incassi del 2014.

L’anno senza Festa delle Luci ha registrato una riduzione del 30% del volume d’affari nell’intera regione e non manca di pesare anche sui conti del 2016.

“Quest’anno è andata meglio, le prenotazioni stanno tornando ai livelli del 2014 – spiega François Gaillard, direttore dell’Ufficio del Turismo di Lione – Il settore alberghiero di Lione registra quasi il tutto esaurito e questo ci rende molto felici. Le prenotazioni di gruppi sono al 70% rispetto alle stagioni record”.

Se da un lato le prenotazioni hanno riempito più del 90% degli hotel, a differenza delle passate edizioni è ancora possibile trovare una camera e i prezzi non sono schizzati alle stelle.

“C‘è una bella amosfera e la festa sarà eccezionale perché non c‘è stata l’anno scorso. Ci siamo rimboccati le maniche per fare in modo che sia un successo – dice Laurent Jaume, rappresentante degli albergatori – E la clientela ci ha seguito, perché le prenotazioni sono buone, anche se abbiamo perso un giorno rispetto allo all’ultima edizione”.

Secondo i dati delle associazioni di categoria, l’affluenza sarà pari al 70% di quella record registrata nel 2014.

Si riduce anche la permanenza media perché il programma degli spettacoli è ridotto e non copre l’intera città.

La maggior parte dei visitatori presenti a Lione alloggia in famiglia o da amici e lo stato di emergenza rimane un problema per il turismo, soprattutto per quello estero.