ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Alla corte degli Oscar del cinema europeo. I candidati.


cinema

Alla corte degli Oscar del cinema europeo. I candidati.

In partnership con

Valeria Bruni Tedeschi è fra le nominate agli European Film Awards come migliore attrice per “La pazza gioia” in cui interpreta la mitomane Beatrice. Coprotagonista della pellicola di Paolo Virzi’ è invece Michela Ramazzotti, altra pensionata di un istituto terapeutico per donne che sono state oggetto di sentenza da parte del tribunale.

In lizza come migliore attrice europea anche la danese Trine Dyrholm coprotagonista de “La comune” di Thomas Vinterberg ambientato negli utopici anni Settanta quando Erik ed Anna, architetto e insegnante lui e conduttrice televisiva lei, si trovano ad ereditare una grande casa dove fondano una comune. Ma un’altra donna entrerà nella vita di Erik stravolgendo tutto.

Nomination anche per l’attrice francese Isabelle Huppert protagonista del film “Elle” di Paul Verhoeven. Nel plot una donna manager viene violentata in casa sua da uno sconosciuto. Nomination anche per il film e il regista agli Oscar europei.

Tripletta anche per “Julieta” di Pedro Almodóvar e le sue attrici protagoniste, le spagnole Adriana Ugarte ed Emma Suárez, impegnate in un difficile rapporto madre figlia. Entrambe sono nominate per i premi europei. Regista e film sono anch’essi oggetto di nomination per i ranghi alti della competizione cinematografica europea.

L’attrice tedesca Sandra Hüller incassa la nomination per il suo ruolo nel dramma austro-tedesco “TONI ERDMANN” di Maren Ade che pure è candidata come migliore regista. Il film vanta in tutto 6 nomination. Nel plot un padre eccentrico cerca di recuperare il rapporto con la figlia. Peter Simonischek che interpreta il ruolo principale è tra i candidati come miglior attore europeo.

L’attore Burghart Klaussner è in lizza per l’interpretazione del procuratore generale Fritz Bauer che nella Germania del dopo guerra è a caccia dei responsabili della Shoah. Il film “THE PEOPLE VS FRITZ BAUER” è basato su una storia vera.

Lo svedese ROLF LASSGARD gareggia per la sua interpretazione di “A MAN CALLED OVE” in cui interpreta un vecchio burbero che vuole suicidarsi. L’inaspettato arrivo di alcuni vicini di casa inaspettatamente cordiali lo distoglie dalle sue intenzioni.

Ad ambire all’oscar europeo spunta anche Hugh Grant coprotagonista di “Florence” è un film del 2016 diretto da Stephen Frears. Il film racconta la storia vera della cantante d’opera Florence Foster Jenkins, diventata nota per le sue scarse abilità canore.

In competizione nella categoria miglior attore europeo spunta anche lo spagnolo Javier Cámara interprete di “Truman – Un vero amico è per sempre” film diretto da Cesc Gay. Interpretata inoltre da Ricardo Darín e Dolores Fonzi, la pellicola racconta di una bella amicizia e della morte annunciata di un amico.

Dave Johns è fra gli attori in gara per il film di Ken Loach film “Io, Daniel Blake” vincitore della Palma d’oro al Festival di Cannes 2016, che narra l’inferno burcratico delle classi umili nella Gran Bretagna contemporanea. Loach è ovviamente in corsa come miglior regista europeo.

Passiamo alla sezione miglior film d’animazione europei. In pole position si attesta “MA VIE DE COURGETTE” una coproduzione svizzero francese sulla storia di un orfano che diventa amico di un poliziotto.

“Psiconautas, los niños olvidados” che pure punta ai riconoscimenti europei è un film d’animazione del 2015 diretto da Pedro Rivero e Alberto Vázquez. I protagonisti Birdboy e Dinky sono due adolescenti che hanno deciso di fuggire da un’isola devastata dalla catastrofe ecologica.

Il terzo film di animazione con nomination è la coproduzione franco-belga-nipponica “La Tortue Rouge” con un naufrago che incontra una tartaruga gigante.

Gli Oscar del cinema europeo vengono distribuiti sabato a Breslavia, Polonia.

La nostra scelta

Prossimo Articolo

cinema

Festival di Marrakech: riconoscimento alla carriera al regista olandese Paul Verhoeven