ULTIM'ORA

Pearl Harbor, 75 anni fa l'attacco che spingeva gli Usa in guerra

Settantacinque anni fa l’attacco giapponese di Pearl Harbor sanciva l’entrata degli Stati Uniti nella tragedia della Seconda Guerra Mondiale.

Lettura in corso:

Pearl Harbor, 75 anni fa l'attacco che spingeva gli Usa in guerra

Dimensioni di testo Aa Aa

Settantacinque anni fa l’attacco giapponese di Pearl Harbor sanciva l’entrata degli Stati Uniti nella tragedia della Seconda Guerra Mondiale.

In occasione delle solenni celebrazioni americane, il Presidente Barack Obama ha proclamato il 7 dicembre giorno nazionale della memoria di Pearl Harbor.

Un anniversario segnato inoltre dalla prima presenza mai registrata nel porto delle Hawaii di un Premier giapponese in carica, Shinzō Abe.

“Oggi abbiamo l’opportunità unica di riflettere” ha detto durante la cerimonia di commemorazione l’Ammiraglio Harry Harris, Comandante della flotta U.S. del Pacifico. “Di riflettere su cosa significhi il patriottismo. Di riflettere su cosa significhi essere una Nazione messa alla prova dalla guerra. E di riflettere sui costi e sul valore sacro della libertà”.

Il 7 dicembre 1941 un attacco aereo giapponese, al porto di Pearl Harbor, messo a punto senza una preventiva dichiarazione di guerra, causò la morte di 2.400 persone, tra civili e personale della marina militare.

All’indomani gli Stati Uniti di Franklin Delano Roosevelt entrarono nel conflitto mondiale. I passi fatti da Barack Obama per chiudere il cerchio della riconciliazione tra Washington e Tokyo dovranno ora superare la prova del passaggio all’amministrazione di Donald Trump.