ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Renzi annuncia le dimissioni dopo la vittoria del 'no' al referendum


Italia

Renzi annuncia le dimissioni dopo la vittoria del 'no' al referendum

“Credo nella democrazia. Quando uno perde non fa finta di nulla”.

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi annuncia le proprie dimissioni, traendo le conseguenze del risultato del referendum e della schiacciante vittoria del ‘no’ alla riforma costituzionale sulla quale aveva scommesso la propria sopravvivenza politica.

“L’esperienza del mio governo finisce qui. Credo che per cambiare questo sistema politico dove i leader sono sempre gli stessi e si scambiano gli incarichi ma non cambiano il paese non si possa far finta per l’ennesima volta che tutti rimangano alle loro abitudini prima che alle loro poltrone. Volevo cancellare le troppe poltrone della politca italiana…Non ce l’ho fatta. E allora la poltrona che salta la mia” ha detto il Premier.

Un lungo e sentito discorso nel quale si è congratulato con il fronte del ‘no’ al quale ha augurato buon lavoro. “A loro onori ed oneri a partire dalla proposta delle regole” ha detto ancora Renzi. “Tocca a chi ha vinto avanzare proposte serie e credibili”.

Il Primo Ministro si è poi detto soddisfatto nel constatare la grande partecipazione all’esercizio democratico: “W l’Italia che crede nella politica” ha detto Renzi che salirà nel pomeriggio di lunedì al Quirinale per formalizzare le proprie dimissioni al Presidente della Repubblica Mattarella.

Il risultato è stato “straordinariamente netto”: il 60% degli elettori ha bocciato la riforma della costituzione che prevedeva il superamento del bicameralismo paritario, la modifica del titolo V, la cancellazione del Cnel solo per citare alcuni dei punti cardine. Soltanto il 40% ha appoggiato la riforma. Circa il 60% degli aventi diritto ha espresso la propria preferenza.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

traduzione automatica

Austria

Austria: il nuovo presidente è Alexander Van der Bellen, sostenuto dai verdi