ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Judo, Tokyo: il ritorno della leggenda Mikhaylin nell'ultima gara stagionale


Sport

Judo, Tokyo: il ritorno della leggenda Mikhaylin nell'ultima gara stagionale

Ha chiuso i battenti la stagione di judo, con la terza e ultima giornata del Grand Slam di Tokyo. Sul tatami giapponese, nella categoria uomini -90 kg a prendersi la medaglia d’oro è stato Aleksandar Kukolj. Il 25enne serbo ha avuto la meglio con un tai-otoshi per ippon, dopo un waza-ari, sul francese Axel Clerget. I due si erano già incontrati allo slam di Abu Dhabi e già allora ad uscirne vincitore era stato Kukolj.

Aleksandar Kukolj: “Due ori in poco più di un mese. Quando ho vinto il Grand Slam di Abu Dhabi ero numero 1 del tabellone. Partivo da favorito quindi, ma ho dovuto lottare, in particolare in finale. Anche qui ero numero 1 del seeding, ma a Tokyo tutto può succedere. Ho incontrato diversi giapponesi in passato e non ero mai riuscito a batterli. Oggi ce l’ho fatta, ho sconfitto due di loro, è stato difficile ma bello”.

Tra gli uomini -100 kg, vittoria per Kirill Denisov. Il russo, vincitore al debutto nella categoria di peso al Grand Prix di Qingdao, ha superato il bronzo olimpico a Rio, Cyrille Maret. Il francese, tre volte re di Parigi, ha ceduto all’avversario per yuko.

Passando alle donne, nella massima categoria di peso, il successo è finito nelle mani di Sarah Asahina, per la prima volta sul gradino più alto del podio in un Grand Slam. La 20enne padrona di casa, Campionessa mondiale a livello cadetti e junior, ha battuto in finale per shido la 16enne connazionale Akira Sone, quasi 30 kg in meno della rivale.

La sorpresa del giorno è il ritorno della leggenda russa Alexander Mikhaylin. Tre volte Campione del Mondo e argento olimpico a Londra 2012, il 37enne ha fatto ritorno sul tatami a Tokyo, dopo quattro anni di stop. Mikhaylin ha combattuto contro il giovane giapponese Kageura Kokoro. Due scuole diverse, due stili differenti. Il nipponico ha trionfato, ma poco importa, perché il russo è ritornato.

Pedro Lausen, euronews: “Il 2016 termina qui. Analizzando le statistiche, il risultato è interessante. Ai Giochi Olimpici di Rio ha trionfato il Giappone. Ma durante la stagione è stata la Russia a collezionare il maggior numero di medaglie. La Francia completa il podio. Vi diamo appunamento al 2017 per una nuova stagione di judo, che raggiungerà l’apice ad agosto con i Mondiali di Budapest. Ora vi lasciamo con i migliori ippon dell’anno”.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Sport

Sci alpino: nuovo successo per la slovena Stuhec