ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Il Brasile si prepara all'ultimo abbraccio per i giocatori della Chapecoense


Brasile

Il Brasile si prepara all'ultimo abbraccio per i giocatori della Chapecoense

Non c‘è nervosismo in Cina nè alla Casa Bianca, dopo il Tweet con cui il neo-eletto Presidente, Donald Trump, annunciava di aver ricevuto le congratulazioni dalla presidente taiwanese, Tsai Ying-wen.
La conversazione era la prima dal ’79, quando i due Paesi ruppero le relazioni, e molti avevano pensato a un cambiamento della politica americana in Asia, subito smentita dalla Casa Bianca. Poi lo stesso Trump aveva precisato che era stata la controparte taiwanese a chiamare: “interessante – ha aggiunto – come gli vendiamo armi per milioni di dollari ma non dovrei accettare una telefonata di congratulazioni”.

Il Ministro degli Esteri cinese si è poi detto fiducioso che non ci saranno cambiamenti, gli USA resteranno sulla linea detta “One China”, o “Unica Cina”. “È solo una piccola manovra fatta da Taiwan”, ha detto.

A Taipei invece rincarano la dose: il protavoce presidenziale spiega:

“La Presidente Tsai e il Presidente eletto Trump hanno avuto una conversazione amichevole, si sono salutati, ma hanno anche avuto uno scambio di opinioni su alcuni punti, in particolare per lo sviluppo economico regionale, il rafforzamento della difesa nazionale, e anche il modo di garantire migliori condizioni di vita alla popolazione taiwanese”.

“Le relazioni tra Cina e Taiwan e un buon rapporto tra Taiwan e Stati Uniti si possono perseguire in parallelo, senza conflittualità”, ha aggiunto il portavoce.
Che si è, evidentemente, astenuto dal commentare la reazione cinese.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

mondo

La presidente taiwanese telefona a Trump: la Cina reagisce con ostentata tranquiillità