ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Alla Saatchi Gallery trionfa il figurativismo


Cult

Alla Saatchi Gallery trionfa il figurativismo

In partnership con

La pittura figurativa non è morta e lo afferma la londinese Saatchi Gallery con la mostra “Painters’ Painters” che espone 9 pittori dai distinti stili che potrebbero ispirare le giovani generazioni.

La Saatchi Gallery è stata aperta da Charles Saatchi nel 1985.

PHILIPPA ADAMS, direttore della SAATCHI GALLERY: “Amiamo la pittura, Charles ama la pittura e ci piaccioni i racconti, ci piaccioni le soluzioni dei tanti diversi mezzi con i quali i giovani pittori crescono adoperando la tecnologia gli inizi, mai usata. C‘è un rapporto speciale la pittura diventa come un set in una vecchia scuola per noi, abbiamo un forte interesse verso la pittura”.

L’artista americano Raffi Kalenderian coglie i ritratti di giovani disillusi quasi ambivalenti che emergono da uno spazio bidimensionale ultra-piatto. Kalenderian classe 1981, da Los Angeles, isola il soggetto nell’ambiente. Il pittore è attivo da circa 15 anni.

RAFFI KALENDERIAN, artista: “Quando per imparare ho comprato tante vernici mi sono chiuso in uno studio mettendomi i colori sulle mani, è l’unico modo per imparare, basta vedere le cose nella loro essenza, mescolarle: Questo è quel che preferisco del lavoro è come la sperimentazione, non ti preoccupi del racconto ma su quello che non puoi fare ma ti focalizzi sulle cose piu’ emozionanti”.

Pecore e pastori sono i soggetti del pittore britanico David Brian Smith depositario di una vasta esperienza rurale nella sua fattoria del nord dell’Inghilterra.

Il sudafricano ANSEK KRUT dopo gli studi in medicina ha sentito il bisogno di fa qualcosa di creativo e diventare pittore. Tra gli altri artisti in mostra, Sidney Born, Bjarne Melgaard con i suoi ruvidi e intensi graffiti. Apprezato anche l’ inglese Martin Maloney con il suo stile espressionista di ritratti, colori forti e divertenti.

Wolfgang Spindler, euronews: “Dipingere è la forma più antica di espressione del genere umano, è stata usata per affrescare grotte e cunicoli, oggi la si pratica piu’ negli atelier per questo la mostra presso la Galleria Saatchi evidenzia quanto tale forma d’arte attiri ancora e affascini”.

La nostra scelta

Prossimo Articolo

Cult

Il cinema e le mostre in Europa