ULTIM'ORA

Italia, si chiude la campagna per il referendum costituzionale

Si chiude la campagna elettorale in Italia per il referendum confermativo della riforma costituzionale.

Lettura in corso:

Italia, si chiude la campagna per il referendum costituzionale

Dimensioni di testo Aa Aa

Si chiude la campagna elettorale in Italia per il referendum confermativo della riforma costituzionale. Anche nelle ultime ore il premier Matteo Renzi ha intensificato le sue iniziative a sostegno del Si, partecipando a iniziative-lampo a Reggio Calabria, Catania, Palermo e Firenze.

Uno sforzo rivolto a recuperare il consenso degli indecisi, dato che gli ultimi sondaggi disponibili davano il No in testa.

E fino alla fine la campagna elettorale divide il paese. Uno dei punti di maggiore attrito riguarda il futuro del Senato, che per il fronte del Si verrebbe cancellato, mentre c‘è chi osserva che invece resterà, seppur ridotto nel numero dei membri, e non sarà più eletto direttamente dai cittadini.

Sul referendum pesa tuttavia la personalizzazione voluta dal premier, che ha dapprima affermato e poi smentito di voler lasciare la politica in caso di vittoria del No.

Ma se lo scontro a livello politico è rovente, tra i cittadini lo scontro appare meno dirompente.

“Credo che un voto per il Si porti a una maggiore stabilità. In ogni caso è un tentativo in un paese che resta immobile di rendere il sistema più rapido ed efficiente. Il mondo si globalizza in fretta e noi siamo terribilmente lenti”.

“L’opinione pubblica crede che qualcosa potrà cambiare, speriamo che le cose vadano meglio se vince il No”.

Iniziative in tutta Italia anche del fronte del No. Il Movimento 5 Stelle ha programmato assemblee e riunioni per chiedere di bocciare quella che definiscono “una riforma a favore della casta, la Lega Nord parla di “voti comprati dal governo”, mentre per iniziativa del Fatto Quotidiano si tiene a Roma una serata in difesa della Costituzione con attori, scrittori e musicisti.