ULTIM'ORA

Equilibri stravolti al Parlamento europeo

Chi sarà il futuro Presidente del Parlamento europeo?

Lettura in corso:

Equilibri stravolti al Parlamento europeo

Dimensioni di testo Aa Aa

Chi sarà il futuro Presidente del Parlamento europeo?
Dopo l’annuncio della dipartita del socialdemocratico tedesco Martin Schulz, aumenta la suspense.
Benvenuti su State pf the Union.
La votazione si terrà il 17 gennaio del prossimo anno. Stando agli accordi della coalizione tra destra e sinistra, la presidenza dovrebbe andare questa volta ad un candidato conservatore. Ma tra i candidati di destra nessuno spicca: il francese Alain Lamassoure, l’irlandese Mairead McGuiness, e l’italiano Antonio Tajani.
Al centro, Guy Verhofstadt, ex primo ministro belga ha il sostegno della sua formazione. Ma per vincere bisognerà riunire destra e sinistra. Una sfida difficile.
Inoltre la sinistra ha una carta da giocare: le presidenze della Commissione europea e del Consiglio europeo sono già in mano alla destra. L’italiano Gianni Pittella ha fatto una scommessa politica che ha cambiato l’equilibrio dei poteri tra le istituzioni e potrebbe conservare il posto per il suo gruppo social democratico.

La sua candidatura, che aveva generato entusiasmo, è durata appena una settimana: l’eurodeputata liberale francese Sylvie Goulard ha dovuto fare marcia indietro perchè il suo gruppo sosteneva ampiamente Guy Verhofstadt. Fino ad oggi solo due sole donne hanno presieduto il Parlamento europeo: le francesi Simone Veil e Nicole Fontaine.
Restiamo al Parlamento europeo: dopo il voto degli eurodeputati per il congelamento dei negoziati di adesione con la Turchia, la tensione è salita. Il dialogo continua, dicono a Bruxelles: in gioco c‘è l’accordo migratorio con Ankara. Efi Koutsokosta ha intervistato il Commissario europeo per l’immigrazione e gli affari interni, Dimitris Avramopoulos, per parlare delle relazioni con la Turchia e sulla situazione migratoria nell’Unione Europea.

Non si tratta di un esercito europeo o di un quartier generale europeo: non è questa l’dea e la Commissione europea non fa che ripeterlo. Spendere meglio, e ridurre la frammentazione dell’industria europea della difesa, è invece l’obiettivo del suo piano.

“Qual è la strategia? Avere la botte piena e la moglie ubriaca “. Questa piccola frase, scritta a mano e rivelata da una foto di alcuni documenti all’uscita dell’ incontro parlamentare sulla Brexit, è stata pane per la stampa britannica. Il governo ha detto che la nota non riflette la sua posizione. Ma resta il fatto che Downing Street non ha ancora scoperto le sue carte!

“Salute! la birra belga è patrimonio immateriale dell’UNESCO! “. Questo è il titolo entusiasta del quotidiano La Libre Belgique. Per l’UNESCO, i 1.500 diversi tipi di birra hanno un ruolo nella vita di tutti i giorni e nelle feste dei belgi.

Vediamo l’agenda della prossima settimana.
Lunedì il debito greco è sul piatto dei ministri delle Finanze della zona euro.

Il congresso dei cristiano-democratici tedeschi sosterrà la candidatura di Angela Merkel per un quarto mandato alla cancelleria. Le elezioni parlamentari si terranno nel mese di settembre 2017.
E il prossimo sabato, sarà assegnato il premio Nobel per la pace al presidente colombiano Juan Manuel Santos per il suo impegno a favore del processo di pace con le FARC.
Infine, si terra la cerimonia 29 del Premio Europeo del Cinema Breslavia, in Polonia.

Grazie per averci seguito, buona settimana.