This content is not available in your region

Colombia, nuovo accordo di pace con le Farc: il Senato approva

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Colombia, nuovo accordo di pace con le Farc: il Senato approva

<p>Con 75 voti a favore, cinque astensioni e nessun contrario il <strong>Senato della Colombia</strong> ha approvato il nuovo accordo di pace con le <strong>Farc</strong> firmato il 24 novembre. Ora, per il via definitivo, manca solo il passaggio alla Camera dei deputati. </p> <p>Dopo il no referendario al primo testo, la nuova intesa tiene conto anche di alcune richieste dell’opposizione. Prevede, tra l’altro, il <strong>disarmo</strong> delle Forze armate rivoluzionarie colombiane e la loro trasformazione in partito politico. I guerriglieri dovranno raggrupparsi in alcune aree e riconsegnare le armi sotto il controllo dell’Onu. Il processo dovrebbe durare 150 giorni. </p> <h3>Accolte alcune richieste dell’opposizione</h3> <p>Fra le novità, rispetto all’accordo precedente, le Farc dovranno presentare una lista delle loro proprietà per compensare le vittime della guerriglia. </p> <p>Resta però il principio dell’amnistia per chi si è macchiato di crimini non gravi e confessa. L’opposizione continua a parlare di impunità inaccettabile, attirando l’attenzione, tra l’altro, sul traffico di droga organizzato dai gruppi armati per autofinanziarsi. </p> <blockquote class="twitter-tweet" data-lang="fr"><p lang="es" dir="ltr">Gbno y <span class="caps">FARC</span> pueden consolidar status de no violencia sin que Gbno atemorice con “guerra” para violar la Constitución y eludir la democracia</p>— Álvaro Uribe Vélez (@AlvaroUribeVel) <a href="https://twitter.com/AlvaroUribeVel/status/803564189360996352">29 novembre 2016</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script> <p>Secondo il leader dell’opposizione, l’ex presidente Alvaro Uribe, l’approvazione parlamentare, senza referendum, e in tempi così stretti, sarebbe una specie di colpo di stato contro i colombiani che hanno sofferto in questi quasi sessant’anni di guerra civile. Il bilancio totale è di almeno 260mila morti, 45mila dispersi e quasi 7 milioni di sfollati.</p>