ULTIM'ORA

Lettura in corso:

«Io, Daniel Blake» dramma dell'uomo di oggi


cinema

«Io, Daniel Blake» dramma dell'uomo di oggi

In partnership con

Questa settimana Cinema Box presenta «Io, Daniel Blake», il film di Ken Loach vincitore della la Palma d’Oro al festival di Cannes. Il regista inglese mostra le conseguenze della privatizzazione dei servizi pubblici in Gran Bretagna.

Daniel Blake, operaio di 59 anni, sconta un attacco cardiaco ed è costretto a vivere con un assegno d’invalidità. Ma la mutua privata che dovrebbe aiutarlo sostiene che lui è abile al lavoro e gli rifiuta l’assegno. L’alternativa è un sussidio di disoccupazione, ma per ottenerlo Blake deve scalare una montagna di burocrazia.

«Io, Daniel Blake» è un film diretto, senza artifici. Kean Loach ha messo insieme attori professionisti e non professionisti cosa che incrementa il realismo di situazioni e dialoghi.

Il regista britannico mostra un paese dove aumentano le persone che ricorrono agli aiuti alimentari, in cui proliferano contratti a zero ore, in cui il lavoratore non ha alcuna garanzia del posto di lavoro, non ha orari e puo’ essere richiamato in qualsiasi momento con un semplice SMS

A 80 anni, Loach ci dona un capolavoro sulla dignità umana e la capacità di rivolta contro l’ingiustizia. Buona visione.

La nostra scelta

Prossimo Articolo

cinema

Il cinema greco alla riscossa