ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Leonard Cohen: va via un gigante della musica d'autore, una lunga carriera dagli anni '60


Cult

Leonard Cohen: va via un gigante della musica d'autore, una lunga carriera dagli anni '60

La musica e la poesia restano orfani di Leonard Cohen, spentosi a 82 anni. Voce calda, figura ascetica, nel 1967 a 33 anni, il cantautore canadese, amante della poesia di Federico Garcia Lorca e della musica country, trasferitosi a New York, pubblicò il suo primo album, “Songs of Leonard Cohen”, seguito da “Songs From a Room” e “Songs of Love and Hate” nel 1969 e nel 1971.

Quattordici dischi in studio e otto album live, nel corso della sua cinquantennale carriera. Il suo nome fu annoverato nella Rock and Roll Hall of Fame nel 2008 e due anni dopo Cohen fu insignito del premio Grammy alla carriera. Leonard Cohen è stato spesso associato a Bob Dylan per la forza poetica delle sue canzoni e per l’influenza esercitata sulla sua generazione.

Cohen ha scritto anche una serie di poesie “Book of Longing”, concepite durante il ritiro spirituale in un monastero buddista in California, poi musicate nel 2007 dal compositore statunitense Philip Glass: “Leonard Cohen è un cantautore e un poeta, rappresenta una combinazione speciale ed è facile mettere in musica le sue poesie”.

L’autore di “Bird on a Wire”, uno dei suoi maggiori successi, ripreso da artisti come Johnny Cash e Joe Cocker, ha lasciato una sorta di testamento musicale: “you want it darker”, album uscito tre settimane prima della sua scomparsa, nel quale Cohen si interroga sulla morte, ma anche su religione, politica e guerra.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

Cult

Gli appuntamenti culturali da non perdere