ULTIM'ORA

Lettura in corso:

"Ad Aleppo ribelli hanno usato armi chimiche". Mosca dice di avere le prove


Siria

"Ad Aleppo ribelli hanno usato armi chimiche". Mosca dice di avere le prove

Mosca sostiene di detenere le prove che ad Aleppo i ribelli abbiano fatto ricorso ad armi chimiche. In una periferia di recente riconquistata dalle forze governative, il Ministero della difesa russo afferma di aver rinvenuto dei proiettili inesplosi, contenenti tracce di fosforo bianco e di cloro.

L’emittente russa RT riporta in un tweet l’invito del Ministero della difesa a un controesame dei campioni raccolti da parte degli esperti dell’OPAC, l’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche

Pronta la smentita del Consiglio dell’opposizione siriana che, dai suoi uffici di Istanbul, ha rigettato ogni accusa e sostenuto che simili munizioni vengano utilizzate solo dall’esercito di Bachar Al-Assad.

Qui il comunicato stampa (in inglese) con cui il Consiglio dell’opposizione siriana smentisce l’uso di armi chimiche da parte dei ribelli

Dopo una prima analisi, condotta dai suoi esperti, l’esercito russo informa che i campioni raccolti ad Aleppo saranno sottoposti all’esame dell’Opac, l’“Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche”:https://www.opcw.org/about-opcw/.

Mentre a rispecchiare la confusione sul campo sono immagini che testimonierebbero un involontario “fuoco amico” tra due gruppi ribelli, a condannare Damasco sarebbe la stessa Opac. Fonti citate dall’agenzia di stampa Reuters sostengono che il suo comitato esecutivo abbia adottato un testo, che accusa governo siriano e ISIL di aver fatto ricorso alle armi chimiche.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Migranti: a piedi da Belgrado alla frontiera croata