ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Migranti: quasi 240 dispersi, 766 salavati in una sola giornata


mondo

Migranti: quasi 240 dispersi, 766 salavati in una sola giornata

Non c‘è ormai speranza di trovare altri superstiti al largo delle coste libiche, dopo il naufragio di due gommoni: 239 i dispersi secondo le testimonianze raccolte, e sarebbero in gran parte guineani, costretti dai trafficanti a partire nonostante le cattive condizioni meteorologiche.
Ventinove i sopravvissuti.

“Erano sotto choc, erano traumatizzati perché sono stati per molte ore nell’acqua cercando di nuotare verso la salvezza. Sono stati trovati in acqua, non su una barca”, dice la portavoce dell’Agenzia umanitaria delle Nazioni Unite.

Sono sempre di più i morti, nonostante l’apparente riduzione del flusso. Il portavoce di un’altra agenzia delle Nazioni Unite, L’Organizzazione Mondiale per le Migrazioni, azzarda una spiegazione:

“In qualche modo è probabilmente frutto del successo delle operazioni contro i trafficanti da parte delle Marine europee. Hanno catturato e distrutto molte imbarcazioni da pesca usate per trasportare i migranti, e quindi in assenza di queste barche e con dei migranti determinati a partire e dei trafficanti determinati a fare affari, vengono caricati su gommoni dalla sicurezza quasi nulla”.

In giornata sono stati salvati altri 766 migranti, in sette diverse operazioni, ed è stato recuperato il corpo di una donna. Migranti che si trovavano a bordo di cinque gommoni, una piccola barca a motore e una barca a vela.
Una rotta sempre più affollata e nello stesso tempo pericolosa: nell’ultima quindicina d’anni sarebbero morte oltre trentamila persone, secondo alcune stime.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Afghanistan: nuova strage di civili, innocenti "vittime collaterali"