ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Baseball: Cubs campioni dopo 108 anni, battuti gli Indians in gara 7 delle World Series


Sport

Baseball: Cubs campioni dopo 108 anni, battuti gli Indians in gara 7 delle World Series

Per 108 anni è stata conosciuta come la maledizione dei Chicago Cubs. Un unico titolo, vinto nel 1908, poi una lunga astinenza che sembrava non dovesse finire mai. Almeno fino a mercoledì, quando i Cubs hanno battuto 8-7 i Cleveland Indiands nella decisiva gara 7 delle World Series, facendo impazzire di gioia Chicago.

Per conquistare il titolo i Cubs hanno dovuto rimontare uno svantaggio di 3-1 nella serie. Il degno epilogo in gara 7 al Progressive Field di Cleveland, dove è servito un extra inning per decretare il vicitore dopo che i Cubs, avanti per quasi tutta la partita, si erano fatti riprendere sul 6-6 nel corso dell’ottavo inning.

L’eroe di Chicago è Ben Zobrist, MVP delle World Series grazie alla valida nel decimo inning che ha spianato la strada al successo dei Cubs. Trionfo che arriva con un solo anno di ritardo rispetto a quanto ipotizzato in “Ritorno al Futuro 2”, dove il Marty McFly interpretato da Michael J. Fox viaggia trent’anni nel futuro (dal 1985 al 2015) e scopre, non senza meraviglia, che i Cubs sono finalmente riusciti a vincere il titolo.

Una previsione che stava per trasformarsi in realtà con tempismo perfetto nella passata stagione, quando i Cubs si erano fermati ad un passo dalle World Series. L’anno di attesa in più non ha fatto che rendere ancora più dolce un successo che i tifosi dei Cubs assaporavano da tempo. Umore opposto per i fan degli Indians, che devono rimandare ancora una volta l’appuntamento con un titolo che Cleveland aspetta da 68 anni.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

Sport

Champions: Tolisso gela la Juve, 1-1 col Lione e qualificazione rimandata