ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Nativi neozelandesi solidali con i Sioux contro l'oleodotto negli USA

“Mentre la vostra voce di indigeni locali viene messa sotto silenzio, noi facciamo sentire la voce degli indigeni di tutto il mondo.”

È il messaggio che gli studenti della “scuola indigena di Whakatāne”:
https://www.facebook.com/Awanuiarangi/?pnref=lhc, in Nuova Zelanda, hanno lanciato con una danza haka in solidarietà con la mobilitazione dei Sioux negli Stati Uniti.

La tribù Sioux “Standing Rock” protesta contro l’oleodotto Dakota, affermando che profanerà le terre sacre e metterà in pericolo le risorse idriche.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

traduzione automatica

Prossimo Articolo

mondo

Email di Hillary Clinton: queste le tappe dello scandalo