ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Halloween, le origini


mondo

Halloween, le origini

Halloween è una festa che si celebra ogni anno nella notte del 31 ottobre. In questa notte bambini e ragazzi di molti paesi dell’America e dell’Europa, in costume, si danno al gioco e agli scherzi.

La popolarità di questa festa è andata crescendo negli ultimi anni. Dal Giappone agli Usa sono sempre di più coloro che la celebrano, facendola diventare una sorta di ricorrenza globale.

Ma a cosa si deve questa festa, e da dove arrivano i suoi simboli e le sue tradizioni?

Pumpkins

Una zucca vuota con una candela dentro. E’ l’immagine più nota di Halloween, che risale a una festa pagana delle popolazioni Celte.

Un tempo le verdure svuotate, nella tradizione dei Celti, proteggevano dagli spiriti malvagi, e venivano usate durante la festa sacra della fine dell’anno.

La zucca è una acquisizione recente, dovuta all’arrivo negli Usa degli irlandesi che hanno importato la tradizione ora divenuta emblematica della festa.

Costumi

Sebbene divenuta popolare grazie alla sua diffusione negli Stati Uniti, la festa di Halloween affonda nei miti e nelle leggende di diversi paesi europei.

Halloween ha le radici piantate nelle festività pagane del 1. novembre , che marcano la fine della stagione calda e l’inizio del nuovo anno celtico.

Il periodo coincideva con quello del raccolto e dei preparativi per il lungo inverno, e il tutto si svolgeva in una miscela di credenze e superstizioni.

In parte della Scozia e dell’Irlanda gli antici Celti indossavano maschere o abiti trasformati, per confondere gli spiriti malvagi

La tradizione della maschera è sopravvissuta per secoli, ed è stata più volte reinterpretata.

Scherzetto o dolcetto?

L’offerta di dolci nella notte di Halloween richiama la tradizione di offrire cibo ai defunti, come forma di ricordo e di rispetto.

Il nuovo anno celtico era anche una festa alla quale erano invitati anche i morti.

Con la diffusione della cristianità in tutta Europa, la Chiesa cattolica romana ha disposto il divieto di tutte le celebrazioni pagane.

Tuttavia, secondo alcuni, avrebbe recuperato la festa di Halloween con la festa di tutti i Santi il 1. novembre, disposta da papa Gregorio IV nell’837.

Così i bambini che vanno casa per casa chiedendo dolcetti o offrendo scherzetti è come se riducessero le distanze riavvicinando la festa celtica con la cultura religiosa attuale.

La stessa tradizione di vestirsi in maschera include anche l’immaginario cattolico e cristiano: accanto a chi si traveste da diavolo non mancano nemmeno gli angeli…

La pratica della questua porta a porta si è poi diffusa anche nel secolo scorso, ma a favore dei viandanti e dei mendicanti, che bussavano alle porte per chiedere qualcosa e dare in cambio una canzone, o una poesia o un brano musicale.

Apple bobbing

Nonostante la festa sia piena di diavoli, morti, teste insanguinate, non è una festa triste.

Per i celti era l’occasione di riflettere sul passato, accogliere i nuovi membri della comunità e provare a predire il futuro per mezzo di diversi giochi. Quello della mela appesa da mordere senza toccarla con le mani è uno di questi. Secondo la leggenda il primo che riesce a morderla sarà il primo a sposarsi.

Halloween da esportazione

Oggi Halloween è stata reinterpetata in Canada e negli Usa, e poi si è diffusa in Europa.

Negli anni Novanta si cominciarono a vedere le prime feste in Francia, ma senza mai vederla crescere a fenomeno commerciale come è negli Stati Uniti.

A Limoges, per Halloween tuttavia si tiene una sfilata tradizionale, ispirata in tutto a quello che accade oltre Atlantico.

In Gran Bretagna la moderna Halloween ha generato un grande successo commerciale. Nel 2015 secondo alcune stime la festa ha registrato un volume d’affari di quasi mezzo miliardo di euro, segnando un incremento de 4 ,1 per cento rispetto all’anno precedente.

Altre fonti:

https://themoscowtimes.com/articles/more-russians-are-celebrating-halloween-18971

http://rbth.com/articles/2012/10/26/will_russians_celebrate_halloween_19471.html

http://leplus.nouvelobs.com/contribution/677721-halloween-en-france-pourquoi-cela-marche-seulement-aupres-des-enfants.html

https://en.wikipedia.org/wiki/Geography_of_Halloween

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Notizie insolite: dal talento di una bimba russa a un set cinematografico a Budapest