ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Usa 2016, Trump si difende coi denti ma Clinton vince il secondo dibattito


USA

Usa 2016, Trump si difende coi denti ma Clinton vince il secondo dibattito

Il secondo dibattito televisivo tra Hillary Clinton e Donald Trump si conclude con una sorta di patta. Alla Washginton University di Saint-Louis la candidata democratica partiva avvantaggiata sul miliardario newyorkese, ad appena 48 ore dalla pubblicazione del video che ha inchiodato Trump ad una serie di volgarità ed ammissioni compiaciute riguardo a ripetute molestie sessuali. Il video risale al 2005 ed è stato pubblicato dal Washington Post.

“Non si tratta solo delle donne e non è soltanto questo video che fa sorgere dubbi sulla sua adeguatezza come possibile Presidente” ha commentato Clinton. “Trump ha attaccato anche immigrati, afroamericani, latinoamericani, disabili, prigionieri di guerra, musulmani. Dunque è esattamente questo il vero volto di Donald Trump”.

Trump è stato abile a spigere rapidamente la discussione su altri temi. In particolare colpendo Clinton nel punto più fragile dell’ex-Segretaria di Stato: il cosiddetto e-mailgate. Se fossi alla Casa Bianca saresti in prigione ha addirittura affermato Donald Trump.

Un’affermazione lanciata en passant, ma che a fine dibattito ha costituito uno dei principali argomenti di discussione tra i commentatori della CNN che ha trasmesso in diretta il faccia a faccia. Mai finora nella storia degli Usa un candidato aveva insinuato, anche solo per paradosso, di voler mandare in prigione lo sfidante se verrà eletto.

“Se sarò eletto chiederò alla procura generale di aprire un’inchiesta su quello che ha fatto con le e-mail, perchè non si sono mai viste tante bugie, tante falsità, mai visto niente del genere. La gente in questo Paese è furiosa. Sono sicuro che anche persone che hanno lavorato per tanti anni nell’Fbi siano furiose” ha detto Trump.

I due candidati hanno esordito evitando di stringersi la mano. Gli attacchi da parte di Trump sono stati particolarmente duri, finalizzati ad alzare l’audience e bloccare l’enorme emorragia di voti e d’appoggi in corso, persino in seno al partito repubblicano.

La Siria è stato uno dei temi toccati in politica estera: Clinton, particolarmente dura con la Russia e Damasco che dovrebbero a suo avviso essere indagati per crimini di guerra, ha promesso una no-fly zone sulla Siria ed Aleppo. A fine dibattito, una rapida stretta di mano tra i due candidati.

A fine dibattito, il sondaggio della CNN effettuato su un campione del pubblico che ha seguito il faccia a faccia ha dato la vittoria a Hillary Clinton con il 57% rispetto al 34% di Donald Trump. Tuttavia secondo il 63% degli intervistati Trump ha fatto meglio questa sera rispetto al primo dibattito.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Colombia. Santos darà i soldi del Nobel per la Pace a vittime Farc