ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Di Caprio e Obama, assieme contro il cambiamento climatico

La proiezione in anteprima alla Casa Bianca del film-documentario “Before the flood” prodotto ed interpretato da Leonardo Di Caprio sul cambiamento climatico è stata l’occasione per una frecciata a Do

Lettura in corso:

Di Caprio e Obama, assieme contro il cambiamento climatico

Dimensioni di testo Aa Aa

La proiezione in anteprima alla Casa Bianca del film-documentario “Before the flood” prodotto ed interpretato da Leonardo Di Caprio sul cambiamento climatico è stata l’occasione per una frecciata a Donald Trump e a certi ambienti repubblicani che ancora negano l’impatto del fattore umano sui mutamenti del clima. Il Presidente Barack Obama è stato testimonial d’eccezione accanto all’attore.

“Il consenso scientifico è totale e il dibattito è concluso. Ora, se uno non vuole credere al cambiamento climatico è perchè non vuole credere ai fatti, alla scienza, alle prove empiriche e, a mio modesto avviso, non gli si dovrebbe permettere di ricoprire cariche pubbliche” ha detto Di Caprio, con un riferimento niente affatto velato alla posizione a più riprese espressa da Donald Trump.

“Ci sono almeno 1 miliardo di persone la cui vita potenzialmente dipende dalla quantità di precipitazioni, dallo stato delle nevi perenni sull’Himalayas e da altri fattori di questo genere” ha detto Barack Obama. “E il margine d’errore per queste persone è tanto ristretto che rischiamo d’assistere alla migrazione di centinaia di migliaia di persone con la conseguente, inevitabile creazione di significativi conflitti”.

Il film-documentario è stato presentato per la prima volta al Toronto International Film Festival il mese scorso e uscirà negli Stati Uniti a partire dal prossimo 21 ottobre. Leonardo Di Caprio, produttore assieme al regista Fisher Stevens, ha spiegato di aver espressamente voluto che la pellicola uscisse prima delle elezioni presidenziali dell’8 novembre. Nella speranza che la sua visione influenzi la scelta del pubblico al momento di mettere la scheda nell’urna.