ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rosetta missione compiuta, la sonda europea dice addio dalla sua cometa

Fino all'ultimo, ha inviato importanti immagini e dati su polveri e suolo della sua destinazione finale

Lettura in corso:

Rosetta missione compiuta, la sonda europea dice addio dalla sua cometa

Dimensioni di testo Aa Aa

Missione compiuta. Dopo 12 anni l’Agenzia spaziale europea dice addio a Rosetta . Fino all’ultimo, la sonda ha inviato nuove informazioni sulle origini del sistema solare, fornendo immagini e preziosi dati su gas e polveri presenti vicino al suolo della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko , soprannominata affettuosamente Tchouri.

Point of view

È stato bellissimo. Torneremo per l'atterraggio su Marte

Rolf Densing Direttore delle operazioni dell'Esa

Anche un scienziato può mostrare le sue emozioni in certi momenti, Rolf Densing , direttore delle operazioni dell’Esa:

Come direttore delle operazioni e capo dell’ ESOC (European Space Operations Centre) mi sento molto orgoglioso della nostra squadra. È stato bellissimo. Quindi il modo migliore per combattere la depressione è quello di guardare avanti. C‘è vita oltre di Rosetta. Torneremo per l’atterraggio su Marte il 19 ottobre.

Rosetta, anello di congiunzione con lo spazio

Rosetta è stata la prima sonda ad essersi avvicinata tanto a una cometa, dopo aver viaggiato per anni attraverso il Sistema Solare.

L’Agenzia Spaziale Europea ha lanciato la missione nel 2004.

Inizialmente la sonda avrebbe dovuto prelevare dei campioni e riportarli a terra, ma in seguito, per problemi di costi, tempi e tecnologia, lo scopo finale è stato modificato ed è diventato di orbitare intorno alla cometa per poco più di un anno, dal 2014 al 2015, rilasciando a novembre 2014 una sonda secondaria, Philae (sonda_spaziale) destinata ad atterrare sulla cometa per analizzarne la composizione.

Perché l’hanno chiamata Rosetta

Come la famosa stele che permise a Champollion di decifrare i geroglifici egizi grazie alla scoperta di un testo analogo tradotto in tre lingue antiche, fra cui il ben conosciuto greco, la sonda Rosetta fa da anello di congiunzione tra i meteoriti, che si possono studiare sulla Terra, e il sistema solare, che gli scienziati non possono visitare personalmente, ma che le comete attraversano continuamente.