ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Paura Brexit al Salone dell'auto. Nissan: "Possibile addio al Regno Unito"

L'amministratore delegato Carlos Ghosn: "Compensazioni o rivedremo la nostra permanenza". Jaguar rilancia: "Regole uguali per tutti"

Lettura in corso:

Paura Brexit al Salone dell'auto. Nissan: "Possibile addio al Regno Unito"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il salone dell’auto di Parigi diventa passerella e cassa di risonanza dei timori sull’effetto Brexit. A spaventare Londra, l’altolà del patron di Renault-Nissan, Carlos Ghosn, che ha lasciato intendere la possibilità di abbandonare il più importante impianto produttivo del Regno Unito, se il governo non compensasse l’eventuale introduzione di barriere doganali.

“È molto difficile prendere decisioni sugli investimenti o prefigurarsi il futuro – ha detto Carlos Ghosn -, fintanto che non è chiaro che relazioni il Regno Unito intratterrà con il suo principale partner commerciale, che è appunto il resto d’Europa. Se per esempio venissero imposti dei dazi sui prodotti che il Regno Unito esporta in Europa, questo certo nuocerebbe molto alle prospettive della nostra permanenza nel Regno Unito”.

Oltre-Manica, al coro si unisce Jaguar-Land Rover, che evoca la necessità di “riallineare le riflessioni sugli investimenti” in funzione della Brexit e reclama pari condizioni per tutti, qualora compensazioni fossero accordate a Nissan. A sollecitare un intervento di Londra anche l’associazione di settore Society of Motor Manufacturers and Traders (SMMT), che parla di “incertezza che non aiuta gli investimenti”.