ULTIM'ORA

Lettura in corso:

'Rosetta', la musica di Vangelis racconta l'odissea della sonda dell'esa


mondo

'Rosetta', la musica di Vangelis racconta l'odissea della sonda dell'esa

In partnership con

La missione Rosetta ha aperto nuovi capitoli nella conoscenza del nostro universo, ma è stata anche fonte di ispirazione per una grande Maestro della musica strumentale. La scorsa settimana è uscito l’album “Rosetta” firmato da Vangelis . In tredici tracce strumentali la visione del compositore greco della spettacolare cavalcata nello spazio della sonda dell’ESA. L’album, disponibile su Cd e doppio Lp Decca, segna anche il ritorno di Vangelis, a quindici anni da “Mythodea” (dedicato a una missione su Marte della NASA) e vede ancora una volta il 75 musicista nelle vesti di autore, arrangiatore e esecutore di tutti i brani.

Rosetta è stata la prima missione spaziale a far posare un robot su una cometa. Lanciata nel 2004 ha orbitato più volte attorno alla Terra e Marte, prima di essere lanciata nello spazio profondo. Dopo un viaggio durato 10 anni, di cui 31 mesi in stato di ibernazione per proteggere gli strumenti e risparmiare energia, Rosetta ha raggiunto la cometa 67P Churyumov-Gerasimenko ad agosto del 2014, tre mesi più tardi vi ha fatto atterrare il lander [http://

]Philae, adibito a misurazioni scientifiche in sito. “Ne sono rimasto affascinato – ha raccontato in un’intervista Vangelis – mi è sembrato di poter contribuire all’avventura spaziale europea. Ho visto ore di filmati, e all’Esa mi dicono che rivederli con la mia musica dà loro i brividi di quando con gli occhi di Rosetta videro la cometa in avvicinamento».

Alcuni brani scritti da Vangelis erano già stati suonati dal vivo nei giorni dell’atterraggio di Philae, l’album celebra ora la missione nella sua totalità. Evangelos Odysseas Papathanassiou, vero nome di Vangelis, si è fatto conoscere per il suo stile che sposa la musica sinfonica, elettronica e in parte pop già dai lavori con gli Aphrodite’s Child insieme con Demis Roussos; nel 1982 vinse l’Oscar per la miglior colonna sonora con la musica del film “Momenti di gloria”. La sua passione per le atmosfere eteree, sinfoniche e caratterizzate da ambientazioni spaziali sono presenti in molti dei suoi lavori del passato (un esempio tra tutti, “Blade Runner”). Tra gli altri, fu anche arrangiatore per Claudio Baglioni (“E tu”), Riccardo Cocciante (“Margherita”) e Jon Anderson degli Yes.

L’album “Rosetta” è aperto dal brano “Origins”, poi attraverso ambientazioni talvolta acide, frenetiche o più armoniche (“Celestial whispers”) racconta l’odissea nello spazio della sonda arrivando al picco emotivo (arricchito di vocalità) di “Rosetta” e chiudersi con l’epica “Return to the void”. Il compositore ha voluto dedicare il suo lavoro a tutti coloro che hanno contribuito alla missione.

Vangelis – Rosetta LP

[Out on Decca Music, 23 Settembre 2016]

Tracklist:
1. Origins (Arrival)
2. Starstuff
3. Infinitude
4. Exo genesis
5. Celestial whispers
6. Albedo 0.06
7. Sunlight
8. Rosetta
9. Philae’s descent
10. Mission accomplie (Rosetta’s Waltz)
11. Perihelion
12. Elegy
13. Return to the void

La nostra scelta

Prossimo Articolo

mondo

Conto alla rovescia per la missione Rosetta. I ricordi dei protagonisti