ULTIM'ORA

Lettura in corso:

USA: pochi giorni al faccia a faccia, l'analisi di S.Grobe

mondo

USA: pochi giorni al faccia a faccia, l'analisi di S.Grobe

Pubblicità

Pochi giorni al faccia a faccia tra Hillary Clinton e Donald Trump, con i sondaggi che favoriscono la prima anche se in modo non univoco e molto variabile di giorno in giorno, con l’alea aggiuntiva dei due candidati verde e libertario, che sottraggono per ora una dozzina di punti ai candidati principali. Da Washington, Stephan Grobe segue per Euronews con estrema attenzione la campagna elettorale, e trae alcune indicazioni di massima dai sondaggi più recenti:

“Dopo un giorno di pausa per preparare il dibattito di lunedì, Hillary Clinton è di nuovo in campo per la campagna elettorale, questo mercoledì a Orlando, Florida.
In questo Stato ha un vantaggio di cinque punti su Trump, secondo l’ultimo sondaggio, e anche a livello nazionale le viene attribuito un vantaggio di cinque punti.
Questo ci dice due cose: che la Clinton ha superato le sue settimane orribili, e che Donald Trump ha un tetto elettorale intorno al 45-46%.
E questo conferma quello che abbiamo detto sul piano generale, nella media dei sondaggi, una linea che è stata molto chiara nel corso della campagna: Hillary Clinton è in vantaggio e non è mai stata all’inseguimento di Donald Trump.
Nel frattempo, Trump ha fatto aggrottare qualche fronte rifiutando di incontrare il presidente ucraino a New York.

Kiev aveva invitato entrambi i candidati ma Trump non si è degnato di rispondere. Un’altra occasione per Hillary Clinton per far passare l’immagine di un Trump dilettante e vicino a Putin”.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo