ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Usa: nuove vittime di violenze della polizia contro i neri. L'America brucia

mondo

Usa: nuove vittime di violenze della polizia contro i neri. L'America brucia

Pubblicità

Violenti scontri sono scoppiati a Charlotte, in North Carolina, dopo che un poliziotto ha ucciso a colpi di pistola un uomo di colore armato che si era introdotto in un condominio.

I manifestanti hanno anche bloccato una parte dell’autostrada.

Le proteste di Charlotte seguono di poche ore la manifestazione contro la polizia tenutasi a Tulsa, in Oklahoma, per l’uccisione di un altro uomo e stavolta sono proprio le immagini che inchiodano gli agenti.

Terence Crutcher, questo il nome della vittima, era rimasto in panne con il suo suv in mezzo alla strada. I poliziotti si sono avvicinati e si vede che l’uomo mantiene sempre le mani sulla testa e bene in vista. Viene freddato quando fa il gesto di cercare qualcosa, forse i documenti, all’interno dell’auto, dopo che un agente sembra gli dica qualcosa.

Tutto il contrario di quanto affermato dalla polizia all’inizio. Gli agenti avevano accusato Crutcher di aver mantenuto un atteggiamento aggressivo. Ferito l’uomo è stato trasportato in ospedale, ma è arrivato già morto.

Crutcher era un pastore, un uomo di Fede senza una storia di violenze alle spalle.

La famiglia, qui la sorella, ha chiesto di non fare violenza e che le proteste siano pacifiche per rispetto della famiglia.

Difficile però che queste richieste vengano esaudite. Soprattutto perché le deposizioni degli agenti, prima che venissero alla luce le immagini, si sono rivelate l’esatto contrario di quanto si può osservare. L’uomo non ha mai rappresentato un pericolo per gli agenti.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo