ULTIM'ORA

Lettura in corso:

RDC: morti e feriti a Kinshasa. Kabila non vuole lasciare il potere

mondo

RDC: morti e feriti a Kinshasa. Kabila non vuole lasciare il potere

Pubblicità

Sarebbero già almeno una ventina i morti nelle manifestazioni anti Kabila che sono esplose nella repubblica democratica del Congo.

Fra le vittime anche dei poliziotti, linciati dalla folla inferocita. Le proteste dopo che la commissione elettorale aveva posposto la data delle elezioni che si sarebbero dovute tenere in novembre.

L’opposizione accusa il presidente Kabila, di voler posporre indefinitamente le elezioni presidenziali per restare al potere oltre i due mandati stabiliti dalla costituzione.

La gente è stanca di questo stato di cose: “Non sopportiamo più quello che accade nel nostro Paese. Kabila non vuole lasciare il potere né indire elezioni. Ecco perché noi oggi protestiamo. Se Kabila non rispetta la costituzione dovremo applicare l’articolo 64 della magna charta”.

L’articolo 64 è però contradditorio. Esso spinge il cittadino a protestare se qualcuno prende il potere contro la legge, ma allo stesso tempo sanziona chi protesta contro l’ordine costituito. Un groviglio, come l’attuale situazione politica nel Paese.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo