ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Morti 17 militari indiani. È il peggior attacco in Kashmir dal 2014

mondo

Morti 17 militari indiani. È il peggior attacco in Kashmir dal 2014

Pubblicità

17 militari indiani sono rimasti uccisi in un attacco a una base militare in Kashmir, nel peggior attacco di questo genere, avvenuto dal 2014, nella regione contesa con il vicino Pakistan. Ed è proprio da quest’ultimo che l’esercito indiano sostiene provenisse il commando, nella notte entrato in azione nella base militare di Uri. Uccisi anche quattro degli assalitori.

L’alto numero di vittime sarebbe dipeso dal fatto che le tende di diversi militari hanno preso fuoco mentre questi ultimi ancora dormivano. Conteso fra India e Pakistan dal 1947, il Kashmir ha vissuto un rilancio delle tensioni dall’uccisione, avvenuta l’8 luglio, di un comandante separatista.

Gli indiani su Twitter: “Il premier intervenga con una risposta militare

L’attacco ha scatenato vibranti reazioni in India, con numerosi internauti che su Twitter hanno accusato di inerzia il premier Narendra Modi e hanno sollecitato, senza mezzi termini, a una risposta militare contro il vicino Pakistan.

Il Pakistan, che nega qualsiasi coinvolgimento nelle violenze intervenute in Kashmir, ha dal canto suo invitato le Nazioni Unite e la comunità internazionale a investigare su quelle che sostiene siano “atrocità commesse dalle forze di sicurezza indiane”.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo