ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Il venerdì d'oro di Apple: iPhone 7 sold-out e Samsung richiama i Galaxy Note

società

Il venerdì d'oro di Apple: iPhone 7 sold-out e Samsung richiama i Galaxy Note

Pubblicità

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

Attesa inutile o quasi per chi si è messo in fila all’esterno degli Apple Store, i principali modelli del nuovo iPhone 7 sono già andati esauriti con i pre-ordini online.

Sul sito del gigante di Cupertino è comparso un annuncio in cui si spiega che le scorte di tutti gli iPhone Plus e dell’iPhone da 4,7 pollici nella finitura Jet Black sono già state vendute.

“Ci sono rimasto un po’ male perché non posso ancora avere un modello jet-black – ammette Marcus Barsoum, in coda da mecoledì all’Apple Store di Sydney – Ho pensato che fosse impossibile venderli tutti attraverso i pre-ordini e che la Apple, essendo la Apple, ne avrebbe tenuto qualcuno da parte per i fedelissimi come me”.

Chi non ha prenotato online dovrà attendere settimane per poter ritirare il nuovo smartphone della Mela morsicata che fa salti di gioia anche grazie ai problemi della concorrenza: i regolatori negli Stati Uniti hanno imposto il richiamo di un milione di Galaxy Note 7 della Samsung perché a rischio esplosione a causa di un difetto nelle batterie. Il gruppo californiano sembra quindi avere anche più campo libero in questa fase.

L’iPhone ha un forte appeal, ancor di più a causa dei problemi di sicurezza del Samsung Note 7 – dice un altro appassionato di Hong Kong – Probabilmente molti consumatori intenzionati a comprare un Samsung, ora acquisteranno un iPhone7.”

Gli Stati Uniti sono il primo paese ad imporre un richiamo ufficiale del modello dopo la Corea del Sud. Ma, in totale, si calcolano almeno 2 milioni e mezzo di esemplari a rischio esplosione.

“Apple ha ricevuto il miglior regalo possibile dalla Samsung che ha prodotto un telefono che esplode – scherza l’analista Ross Gerber, della Gerber-Kawasaki – Il Samsung Note è un disastro e questo è un grande aiuto per la Apple”.

Il titolo Samsung ha perso oltre il 7% dopo l’annuncio del richiamo e il prossimo 20 settembre l’azienda rilascerà un aggiornamento che limiterà la capacità di ricarica della batteria. La commissione americana per la protezione dei consumatori fa sapere che almeno 92 dispositivi hanno mostrato un malfunzionamento.

“Se inizia bruciare o si surriscalda, bisogna allontanarsi dal telefono e assicurarsi che non sia nei pressi di sostanze combustibili o infiammabili – avverte Elliot F. Kaye, presidente della Consumer Product Safety Commission statunitense – Naturalmente, se c‘è un un pericolo di incendio, bisogna chiamare i vigili del fuoco al 911”.

La corsa ai telefoni resistenti all’acqua potrebbe essere decisa da una batteria in fiamme.

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo