ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scandalo Petrobras: Lula accusato di essere il collettore di gigantesco giro di mazzette

L’ex presidente brasiliano Lula accusato di essere il cervello di una gigantesca operazione di riciclaggio e corruzione.

Lettura in corso:

Scandalo Petrobras: Lula accusato di essere il collettore di gigantesco giro di mazzette

Dimensioni di testo Aa Aa

L’ex presidente brasiliano Lula accusato di essere il cervello di una gigantesca operazione di riciclaggio e corruzione. È la pesantissima accusa della magistratura che ha lanciato l’operazione “Autolavaggio”.

Lula e la moglie lo scorso 26 agosto sono stati accusati di corruzione, falso ideologico e riciclaggio. Nella fattispecie Lula sarebbe il collettore di mazzette pagate dall’azienda petrolifera Petrobras.

Così il pubblico ministero federale, Deltan Dallagnol, capo della task-force di investigatori dell’inchiesta:“Accusiamo il signor Lula da Silva di essere la testa di un sistema criminale identificato come Autolavaggio”.

È la prima volta che Lula viene denunciato direttamente nell’ambito dello scandalo Petrobras. Toccherà ora a Sergio Moro, giudice simbolo della Mani Pulite brasiliana, decidere se dare continuità o meno alle denunce.

Lula si è sempre difeso denunciando l’accanimento della magistratura arrivando fino al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite. Stavolta però potrebbero davvero scattare le manette per l’ex presidente.