ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Vaticano: messa in onore del sacerdote francese Jacques Hamel, ucciso da jihadisti

mondo

Vaticano: messa in onore del sacerdote francese Jacques Hamel, ucciso da jihadisti

Pubblicità

“Uccidere in nome di Dio è satanico”. Durissimo Papa Francesco nell’omelia della messa dedicata a Padre Hamel, il sacerdote ucciso sull’altare da due jhadisti in Francia. Così il Pontefice nella cappella di Casa Santa Marta, il pensionato dove risiede in Vaticano, di fronte a una ottantina di pellegrini della diocesi del sacerdote assassinato: “Quanto vorrei che tutte le religioni dicessero che uccidere in nome di Dio è satanico”.

Fra i pellegrini anche la sorella di padre Hamel con l’amarezza di un pellegrinagggio che avrebbe voluto fare: “Mi ero prefissa di venire qui a vedere il Papa nel 2017 assieme a mio fratello, padre Jacques Hamel, per assistere alla messa e vedere il Pontefice. Lui ci aveva riflettuto a lungo, diceva sempre che in parrocchia “ci sono un sacco di cose da fare e potrei non avere tempo”. Siccome stava invecchiando gli ho detto: “Jacques è necessario che tu ti prenda la gioia di andare a vedere il Papa” e finalmente mi aveva detto di sì. E adesso sono qui al suo posto. Per ricordare lui e il suo sacrificio. Il suo è stato un immenso sacrificio, sull’altare. Il messaggio dev’essere forte, deciso non bisogna fermarsi qui. Il messaggio è che tutte le confessioni si tengano per mano e come lui siano tolleranti le une con le altre”.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo