ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Cina: arresti in massa a Wukan, l'ex laboratorio democratico

mondo

Cina: arresti in massa a Wukan, l'ex laboratorio democratico

Pubblicità

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

Finisce con 70 arresti l’esperimento democratico a Wukan, nel sud est della Cina. Martedì mattina la forze dell’ordine hanno effettuato diversi blitz nelle abitazioni di alcuni attivisti accusati di disturbo dell’ordine pubblico, istigazione alla rivolta e “cattiva influenza a livello sociale”.

Il piccolo villaggio, nel 2011, era stato scelto per organizzare le prime elezioni locali.

“I poliziotti erano tanti e hanno arrestato i residenti che manifestavano – racconta una residente di Wukan – Molti abitanti del villaggio sono stati arrestati. Hanno anche picchiato gli anziani e i bambini. Sono arrivati e hanno cominciato a picchiare tutti”.

Gli scontri – le cui immagini sono state diffuse dalla stampa di Hong Kong – arrivano a pochi giorni dalla condanna a 3 anni di carcere per Lin Zulian, il capo del villaggio eletto democraticamente nel 2011 e leader delle rivolte contro gli espropri da parte del Partito Comunista.

E a Hong Kong continua anche la protesta contro il regime: il nipote di Lin Zulian ha detto che nessuno in famiglia era stato informato degli addebiti a carico del nonno.

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo