ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Siria, al via la tregua. Ma Assad promette: riconquisteremo ogni centimetro

mondo

Siria, al via la tregua. Ma Assad promette: riconquisteremo ogni centimetro

Pubblicità

“L’ultima possibilità per salvare la Siria”. Nelle immagini di ieri sera la città di Aleppo appare come potrebbe tornare ad essere se la tregua verrà rispettata: gente per le strade, auto che circolano, locali frequentati.

Le forze armate siriane hanno sospeso le attività militari a partire dalle 19 ora locale. Le prime 48 ore saranno cruciali per capire se sia possibile rispettare il cessate il fuoco per i 7 giorni stabiliti da Stati Uniti e Russia che hanno gettato le basi dell’intesa.

“Un cessate il fuoco è necessario. Bisogna che si fermino gli attacchi dei miliziani” dice un residente di Aleppo.

Sino a poche ore prima dell’entrata in vigore della tregua, le bombe hanno continuato a cadere su Aleppo e su Homs. Almeno due le vittime civili secondo l’Osservatorio Siriano dei Diritti Umani.

Stipulato venerdì tra gli Stati Uniti e la Russia, l’accordo è cruciale per il futuro della Siria secondo il Segretario di Stato Americano John Kerry:

“Siamo convinti che questa sia la sola, realistica possibilità di trovare una soluzione al conflitto ed arrivare in ultima istanza ad un accordo politico” ha detto Kerry in conferenza stampa. “Faccio appello a tutte le parti affinchè rispettino la tregua perchè questa è veramente l’ultima possibilità per salvare la Siria come Stato unitario”.

Come per il cessate il fuoco di fine febbraio, la tregua è carta straccia per gli jihadisti dell’autoproclamato Stato Islamico e per i militanti del Fronte Fateh al-Cham. E il Presidente siriano Bashar Al-Assad, ieri in visita a Daraya, alle porte di Damasco, ha promesso battaglia a “tutti i terroristi” allo scopo di riconquistare “ogni centimetro di territorio” siriano. Parole ben lungi dal lasciar intravedere una sua prossima uscita di scena.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo