ULTIM'ORA

Lettura in corso:

A scuola nei Paesi europei: ecco dove si studia di più

mondo

A scuola nei Paesi europei: ecco dove si studia di più

Pubblicità

Se vivete in Italia e vostro figlio si lamenta perché è ricominciata la scuola, ditegli di considerarsi fortunato.

Nella maggior parte degli altri Paesi europei, il ritorno in classe è avvenuto settimane prima.

Solo in alcuni Stati la data è simile a quella italiana, a metà settembre (a Cipro, in Grecia, Portogallo, Lussemburgo, Romania e Bulgaria), mentre a Malta slitta a fine settembre.
In tutti gli altri Paesi si comincia prima.

In Francia “la rentrée” (il rientro) coincide con l’inizio di settembre, come nella maggior parte degli Stati europei, mentre in alcune zone della Germania si torna sui banchi l’8 agosto dopo sole 6 settimane di vacanze (in Gran Bretagna e nei Paesi Bassi).

I francesi terminano l’anno scolastico all’inizio di luglio, quindi i mesi di vacanze estive sono due, contro i tre degli italiani. Ma ciò non significa che i loro giorni di lezione siano più numerosi. Anzi.

I transalpini hanno infatti vacanze molto più frequenti nelle altre stagioni: circa due settimane di pausa ogni due mesi di lezioni.

Anche l’orario scolastico varia molto da nazione a nazione. I giorni di lezione sono solitamente 5, dal lunedì al venerdì, con l’eccezione dell’Austria e di alcuni Lander tedeschi (che aggiungono una mezza giornata) e della Francia (che tradizionalmente lascia liberi gli alunni il mercoledì pomeriggio e in alcune scuole private anche la mattina).

Il calendario scolastico in vari Paesi è in continua evoluzione. In Italia fino a 40 anni fa si tornava a scuola il 1 ottobre, c’erano lezioni solo la mattina, ma l’unico giorno di riposo era la domenica.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo