ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Iran, prima pietra del secondo reattore a Bushehr

mondo

Iran, prima pietra del secondo reattore a Bushehr

Pubblicità

In Iran la prima pietra del secondo reattore nucleare dell’impianto di Bushehr è stata posta.

La cerimonia di avvio di questa nuova fase dei lavori vara il progetto Bushehr 2, condotto dall’Iran insieme alla Russia, per un costo stimato di 10 milioni di dollari.
Si prevede che per il completamento ci vorranno dieci anni.

“In molti non volevano che questo progetto progredisse – ha dichiarato Sergey Kiriyenko, il capo dell’agenzia atomica russa. Dal punto di vista ingenieristico nessuno nell’industria nucleare è mai riuscito a relizzare nulla del genere”.

Si tratta del primo progetto in atto dopo l’accordo dell’anno scorso sul nucleare iraniano. Ali Akbar Salehi, capo dell’agenzia per il nucleare iraniano:

“Questo rappresenta il segno dell’inizio di una nuova fase di cooperazione tra Russia ed Iran, nello sviluppo dell’energia nucleare in maniera pacfica, una cooperazione che potrebbe espandersi ad altri ambiti”

Nell’accordo di collaborazione Iran e Russia si sono impegnate a costruire insieme il secondo e terzo reattore dell’impianto di Bushehr.

Con la possibilità in futuro di espandere il progetto a sei reattori. Nel 2015 a Vienna, l’Iran si è impegnato con la comunità internazionale a limitare il programma nucleare nazionale a scopi civili per porre fine alle sanzioni.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo