ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Terremoto al 38° parallelo, ma si sospetta test nucleare di Pyongiang

mondo

Terremoto al 38° parallelo, ma si sospetta test nucleare di Pyongiang

Pubblicità

La terra trema nella parte settentrionale della Corea del nord, map otrebbe non essere stato un terremoto.

Tutto sembra indicare che Pyongyang ha realizzato un nuovo esperimento nucleare nelle vicinanze del sito di Punggye-ri in cui si svolgono i test e in cui nel gennaio scorso il regime di Pyongyang fece esplodere il suo quarto ordigno nucleare, violando ancora le risoluzioni del Consiglio di sicurezza dell’Onu.

L’annuncio è stato dato sulla tv sudcoreana che hanno spiegato la scossa sismica di magnitudo 5.3 registrata alle 2.30 ora italiana in territorio nordcoreano. Immediate le reazioni internazionali come quella del premier nipponico Shinzo Abe che annuncia immediate ripercussioni a questa ennesima provocazione.

Rilevando che la scossa è avvenuta in superficie, l’Istituto geologico Usa ha definito l’attività sismica come possibile esplosione. Seul ha convocato d’urgenza il Consiglio per la sicurezza nazionale.

Se venisse confermato che Pyongyang ha effettuato due test nello stesso anno, si tratterebbe di una sfida senza precedenti alla comunità internazionale che chiede al regime di Kim Jong-un di fermare il suo programma nucleare.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo