ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Roma: giunta Raggi nella tempesta. Salta anche de Dominicis

mondo

Roma: giunta Raggi nella tempesta. Salta anche de Dominicis

Pubblicità

A quasi tre mesi dall’elezione, ancora in alto mare la giunta del sindaco di Roma Virginia Raggi. Raffaele De Dominicis, scelto dalla sindaca M5S per sostituire il dimissionario assessore al Bilancio Minenna, non farà più parte della giunta pentastellata. L’ex magistrato ed ex procuratore generale della Corte dei Conti del Lazio risulta indagato dalla procura di Roma per il reato di abuso d’ufficio.

La comunicazione della Raggi con un post via Facebook: “In queste ore ho appreso che Raffaele De Dominicis in base ai requisiti previsti dal M5S non può più assumere l’incarico di assessore al Bilancio”, ha scritto la prima cittadina.

Una tegola dopo l’altra per il Movimento che era stato criticato per non aver detto agli elettori, e anzi avere negato, che l’assessore all’ambiente Paola Muraro, fosse indagata da settimane per abuso d’ufficio e violazione delle norme ambientali.

Per rimettere insieme la squadra a Roma è sceso Beppe Grillo. In comizio a Nettuno il cofondatore del Movimento ha cercato di serrare le file dei sostenitori e silenziare le critiche assicurando che il Movimento “vigilerà per il rispetto del programma e per spiegare agli elettori quello che sta succedendo”. Il comico ha anche paragonato la Raggi “al primo sindaco negro (sic) eletto nel 1968 in Mississippi”.

La Raggi cerca di tenere almeno la rotta delle promesse elettorali bocciando definitivamente la candidatura di Roma per le Olimpiadi 2024, ma il Movimento sembra dilaniato da lotte intestine che forse nemmeno Beppe Grillo sembra essere più in grado di dirimere. Per ora la parola d’ordine è: sosteniamo la Raggi, ma anche lui potrebbe stancarsi di questo stillicidio che sta distruggendo l’immagine dei cinquestelle.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo